“Caso” Sea Watch, la Capitaneria di porto di Siracusa emana interdizione specchio mare della Baia di Santa Panagia

Sulla questione della nave Sea Watch, con a bordo 47 migranti ed ancorata al largo di Siracusa interviene anche la Capitaneria di porto con una circolare nella quale si legge:

Lo specchio acqueo all’interno della Baia di Santa Panagia, per un raggio di 0,5 miglia nautiche dalla posizione di ancoraggio della M/N SeaWatch 3, Lat. 37°08.0148′ N, Long.015°15.3981′ E; è interdetto, anche ai fini della tutela dell’ordine pubblico e sanità pubblica, alle seguenti attività marittime:
• navigazione, ancoraggio e sosta con qualunque unità, sia da diporto che ad uso
professionale;
• la balneazione e le immersioni subacquee;
• le attività di pesca;
• ogni altra attività connessa agli usi civili del mare non espressamente autorizzata.

I contravventori alle norme contenute nell’ Ordinanza, incorrono, sempre che ilfatto non costituisca più grave reato, nelle sanzioni previste dagli artt.1174 e 1231 del Codice della Navigazione e ove ricorra, nella fattispecie contravvenzionale di cui all’art. 650 del Codice Penale.