Ultim’ora: custodia cautelare per nove soggetti. Facevano parte dell’associazione mafiosa “Borgata”

Aggiornamento alle ore 12:00

Siracusa, 7 dicembre 2016 – Importante operazione quella conclusa alle prime ore di questa mattina. Su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Catania, nella mattinata odierna, personale della Squadra Mobile di Siracusa ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P presso il Tribunale di Catania.

L’ordinanza riguarda nove persone ritenute responsabili, a vario titolo, di avere fatto parte dell’associazione mafiosa denominata “Borgata”, operante a Siracusa.

Il G.I.P. ha disposto la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di:

  1. GRECO Danilo,

  2. SCALZO Vincenzo

  3. SCHIAVONE Massimo

  4. FAZIO Massimiliano

  5. SCATTAMAGNA Attilio

  6. TARTAGLIA Salvatore

  7. GUARINO Massimo

  8. BARBIERA Sebastiano

tutti siracusani.

Con il medesimo provvedimento il G.I.P. ha, inoltre, disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di:

  1. ATTARDO Rita, anche lei siracusana.

Le indagini, dirette dalla Procura Distrettuale Antimafia di Catania, si sono sviluppate attraverso attività di intercettazione telefonica ed ambientale, oltre che attività di appostamento e pedinamento nonché perquisizioni e sequestri.

I relativi esiti si sono ulteriormente arricchiti grazie al contributo dei collaboratori di giustizia CURCIO Giuseppe, all’epoca promotore ed organizzatore di quel gruppo, SCIUTO Carmela e SIPALA Luca.

L’attività investigativa ha disvelato l’evoluzione del gruppo della “Borgata”, che nel corso degli anni si era affrancato dal clan mafioso Bottaro-Attanasio ed aveva iniziato ad operare in piena autonomia nell’omonimo quartiere aretuseo.

Finalità del sodalizio era sia quella di imporre il pagamento del “pizzo” ai commercianti i cui esercizi ricadevano nella zona di influenza, sia il reinvestimento dei proventi illeciti nel traffico delle sostanze stupefacenti ovvero in attività commerciali lecite.

Le attività delittuose erano gestite prevalentemente da SCALZO Vincenzo e, dopo la sua scarcerazione, da SCHIAVONE Massimo.

Nel corso delle attività investigativa è emersa, altresì, la figura di ATTARDO Rita, il cui compito era quello di recapitare agli affiliati in stato di libertà disposizioni scritte e verbali dei propri figli detenuti.

BARBIERA Sebastiano è, altresì, destinatario della misura cautelare della custodia in carcere, per avere dapprima preso parte e poi diretto ed organizzato l’associazione di tipo mafioso denominata clan Bottaro-Attanasio.

Nel corso delle indagini sono emersi diversi episodi estorsivi, molti dei quali non denunciati dalle vittime, contestati a SCALZO Vincenzo, FAZIO Massimiliano, GRECO Danilo e TARTAGLIA Salvatore.

 

Aggiornamento alle ore 08:30

Nelle prime ore di stamane, Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra Mobile della Questura di Siracusa, hanno eseguito delle ordinanze di custodia cautelare, emesse il  primo dicembre scorso dal G.I.P presso il Tribunale di Catania, nei confronti di nove persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di avere fatto parte dell’associazione mafiosa denominata “ Borgata”.

Il reato contestato è quello di associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzato all’estorsione.

Alle 11 ci sarà una confernza stampa in Questura e sapremo darvi ulteriori dettagli.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: