Torna il buio all’interno delle gallerie dell’autostrada Catania-Siracusa

Nell’agosto del 2015 il M5S Siracusa denunciò e sollecitò l’intervento dell’ANAS affinchè i lavori per il ripristino dell’illuminazione nelle gallerie   presenti sulla tratta autostradale Siracusa Catania iniziassero quanto prima. Dopo un lungo periodo di attesa, per l’aggiudicazione dell’appalto, finalmente i lavori iniziarono.

Purtroppo, dopo alcuni mesi dalla riattivazione dell’impianto di illuminazione all’interno dei tunnel, si sono ripresentate le stesse problematiche, gallerie parzialmente illuminate o del tutto al buio. Pare che i ladri di rame siano tornati in azione, così come ha comunicato l’ANAS lo scorso mese.  Il Meetup Siracusa è dunque ritornato all’attacco.

Nel tratto autostradale non manca nulla, un’attenta progettazione ha previsto i più moderni impianti di ventilazione, di SOS, di telecontrollo, di pannelli a messaggio variabile e di illuminazione. La sicurezza degli utenti dovrebbe essere garantita da un costante monitoraggio del traffico, che si avvale di un sistema di sorveglianza in diretto collegamento con una sala di controllo situata a Passo Martino. E allora ricapitoliamo, questo sistema di sorveglianza funziona oppure è tutto spento? Se fosse stato realmente attivo, avrebbe impedito il verificarsi dei furti e di conseguenza la mancanza di illuminazione nelle gallerie?

È da ricordare che, a seguito ai furti di rame fu il sindaco di Catania a dichiarare: «Per quanto riguarda i furti di cavi di rame abbiamo provveduto a sostituire i cavi rubati con quelli di alluminio, che non hanno mercato”. Evidentemente non si deve dare per scontato nulla vista l’attuale situazione. Inoltre, nei giorni scorsi, ANAS ha assunto l’impegno , in presenza del Prefetto di Siracusa, “promettendo” di riattivare l’ illuminazione nelle gallerie della autostrada Siracusa-Catania.

“Siamo in attesa- ha dichiarato il portavoce all’ARS Stefano Zito –  che il presidente, della commissione regionale Territorio ed Ambiente, convochi da un anno, i vertici siciliani dell’ANAS al fine di potere avere dei chiarimenti. Probabilmente questo argomento non interessa al PD ed al presidente della commissione, visto che rivolgono le loro attenzioni su altro”.

La stessa ANAS, ha pubblicato un bando di gara per porre rimedio ai pesanti disservizi causa di numerosi e gravi incidenti. Un bando di gara con procedura di accordo quadro per un investimento complessivo di 60 milioni di euro, destinato a tutto il territorio nazionale. Un terzo di questa cifra, pari a 20 milioni, è destinato alla rete in Sicilia.

Chissà perché, spesso, per i lavori pubblici – quelli pagati con i soldi nostri – l’urgenza per risolvere i problemi esiste solo al momento di assegnare gli appalti e non per il momento dell’esecuzione.

Il vero “impegno” andrebbe preso nei confronti degli automobilisti, che devono essere messi nella condizione di potere viaggiare in modo sicuro e non con il pericolo di essere le prossime vittime della strada.

 

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: