Sulla Sea Watch il sindaco Italia ed alcuni parlamentari

Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra italiana, i parlamentari Stefania Prestigiacomo (Forza Italia) e Riccardo Magi (+Europa) e il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, sono saliti a bordo della Sea Watch, la nave ancorata al largo di Siracusa e con a bordo 47 migranti.

“Le persone a bordo provengono da torture, da anni di violenze incredibili di cui portano i segni sul loro corpo: cicatrici sul volto che vanno dall’orecchio alla gola, cicatrici impressionanti sull’addome, storie che vengono raccontate di torture ripetute per anni”. E’ quanto hanno raccontato i politici dopo il ” blitz” sulla nave per chiedere con forza, al Ministro Salvini, di far scendere le persone a bordo.

La Sea Watch non è una nave commerciale, è una barca da diporto, registrata come barca passeggeri e come tale non soggiace alle norme per le imbarcazioni commerciali” ha dichiarato Stefania Prestigiacomo che era alla guida del gommone e che continua: “la questione migranti non è uno show mediatico di esibizione di forza, come sosteniamo da tempo, ma va affrontata in modo serio, politico, in Europa, senza isolare il Paese dai suoi partner europei e soprattutto senza mettere a rischio vite umane”.

Intanto il Ministro Salvini nega ancora lo sbarco

Pubblicità