Solarino, violenta lite al Cenacolo Domenicano: i carabinieri arrestano una nigeriana

Solarino (22/05/2017) – Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Solarino sono intervenuti all’interno della struttura cittadina “Cenacolo Domenicano” ed hanno tratto in arresto per lesioni personali aggravate Blessing Ogbekormen nigeriana, di 22 anni. Questa, per futili motivi, avrebbe innescato, all’interno del Cenacolo, una lite contro una propria connazionale e l’avrebbe aggredita con un coltello ferendola più volte alla fronte, al braccio destro ed all’avambraccio sinistro.

Grazie al repentino intervento dei Carabinieri all’interno della struttura domenicana si è riusciti dapprima a separare le due donne nigeriane, sequestrare l’oggetto da taglio e permettere alla donna ferita di ricevere le cure mediche del caso.

Proprio quest’ultima, infatti, accompagnata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I” veniva curata e dimessa con una prognosi di 7 giorni per un trauma e ferita al braccio destro.

Dopo le formalità di rito la OGBEKHORMEN così come disposto dalla autorità giudiziaria veniva accompagnata presso la predetta struttura in regime di arresti domiciliari.

 

 

Compagnia di Augusta

(rif. Cap. Capuano 331.3611477)

 

 

SORTINO (SR).      DETENEVA IN CASA 5,5 GRAMMI DI COCAINA E 310 GRAMMI DI MARIJUANA: ARRESTATO DAI CARABINIERI DELLA STAZIONE.

 

Nella mattina di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Sortino, nel corso di un servizio preordinato dalla Compagnia CC di Augusta e finalizzato ad un deciso e proficuo contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti, fenomeno questo ampiamente diffuso nella zona nord della provincia aretusea, traevano in arresto, in flagranza di reato, per il reato detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il siracusano Formica Stefano, classe 86. Nello specifico, i militari, nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione del soggetto, rinvenivano, abilmente celati all’interno dei mobili, 5,5 grammi di “cocaina” suddivisa in nr. 5 dosi, 310 grammi di “marijuana“ pronta all’uso, materiale idoneo alla pesatura dello stupefacente e la somma di 1090,00 euro, probabilmente provento dell’attività di spaccio. L’arrestato, una volta espletate le formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione per rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: