Solarino, partita del cuore tra ragazzi dello Sprar ed Eurosport Avola

Solarino (19/04/2016) – Partita del cuore oggi a Solarino, tra i ragazzi dello Sprar dell’associazione Santo Stefano ed i giocatori dell’Eurosport Avola, del patron Gaetano Di Maria. Un incontro all’insegna della fratellanza internazionale tra migranti ed Eurosport che, anche ad Avola, ha organizzato molti incontri con i richiedenti asilo delle locali strutture d’accoglienza. C’era molta voglia di divertirsi e di stare bene insieme, su un campo, quello del Solarino, in cui ha vinto soprattutto la solidarietà. Per dovere di cronaca citiamo il risultato: dopo 90 minuti giocati a tutto ritmo ha vinto l’Eurosport Avola per due a zero. E’ prevalsa, insomma, la tecnica e l’esperienza sulla fisicità ed il prorompente entusiasmo dei giovani migranti, di cui uno, comunque, è già stato chiamato in squadra dal Floridia.

“L’Eurosport tiene molto alla solidarietà e crede nel calcio come strumento di fratellanza – dice il presidente Gaetano Di Maria – per noi è importante giocare e divertirci, l’agonismo è un fattore secondario. Oggi, alla fine della partita, certamente, ha vinto l’integrazione e l’antirazzismo”.

“Ringraziamo l’Eurosport per il lavoro che stiamo facendo insieme – aggiunge Iaia Balde, allenatore della squadra dello Sprar Santostefano – la lotta al razzismo passa anche dallo sport. I nostri richiedenti asilo vogliono integrarsi e dare il proprio positivo contributo alla comunità locale ed il calcio è un’ottima maniera per far convivere nella fratellanza bianchi e neri”

Con i calciatori dello Spar hanno giocato anche i ragazzi più grandi della Comunità Albatros, con i dirompente Damiano in attacco

A bordocampo il giovanissimo Giober Khadimi, troppo piccolo per entrare in campo insieme ai giganti dello Spar, ma continuerà ad allenarsi per farlo il prossimo anno.

Pubblicità