Siracusa: Smantellata baraccopoli a Cassibile

Questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa, in sinergia con il Comune Aretuseo, hanno effettuato un intervento di bonifica in Cassibile, località Stradicò, al fine di rimuovere in modo definitivo la baraccopoli abusiva che era stata predisposta per ospitare centinaia di stranieri impiegati in lavori stagionali nelle campagne della Provincia.

La baraccopoli era situata in un terreno privato, il cui proprietario aveva sporto regolari denunce.

Al momento dell’intervento erano presenti 7 cittadini stranieri, tutti di sesso maschile e regolari sul territorio nazionale, di età compresa tra i  30  ed i 40 anni, tutti di nazionalità del Sud Sudan, che si sono allontanatisi spontaneamente.

L’iniziativa è stata finalizzata oltre che alla rimozione delle strutture abusive e fatiscenti (si ricorda che l’intera struttura era priva di acqua corrente ed energia elettrica) anche a bonificare il terreno da ogni genere di rifiuto nel tempo accumulato in modo pericoloso.

Anche l’attività odierna si inserisce nel quadro della capillare e costante azione anti caporalato svolta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa.

Al riguardo dal 1° gennaio ad oggi i militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro e delle Stazioni e Compagnie territoriali hanno effettuato 29 accessi, controllato 236 lavoratori, di cui ben 34 irregolari, sospendendo 10 attività imprenditoriali ed elevando sanzioni ed ammende per circa 200.000,00 euro, nonché segnalando all’A.G., quale indagati 2 imprenditori; inoltre, sempre nello specifico settore sono stati intensificati, al massimo livello, i controlli stradali, complessivamente 87, denunciando 2 persone, elevando 56 contravvenzioni al Codice della Strada ed individuando 1 lavoratore irregolare sul territorio.

Infine si ricorda la tendopoli individuata dai Carabinieri di Cassibile nel mese di Aprile 2018, ospitante 37 cittadini stranieri, tutti regolari sul territorio nazionale, che era stata successivamente rimossa grazie all’intervento dell’Arma.

Al riguardo il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Siracusa, Colonnello Luigi Grasso, dichiara: “l’attività di oggi rappresenta dimostrazione del costante impegno da parte dell’Arma dei Carabinieri di contrastare, nel territorio della Provincia ogni forma dì sfruttamento del lavoratore.

Il fenomeno del lavoro nero e, nello specifico, del caporalato, costituisce piaga sociale e forte rischio per il cittadino lavoratore ed è per questo che l’impegno per debellarlo deve essere massimo e costante. Desidero assicurare la disponibilità dei Carabinieri della Provincia di Siracusa ad ogni progetto, ad ogni azione, ad ogni iniziativa finalizzata nel senso. Per quanto attiene all’attività condotta nella mattinata odierna, ringrazio il Comune di Siracusa per l’ampia disponibilità dimostrata”.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: