SIRACUSA, NULLA DI FATTO AL CIVICO CONSESSO, PRIMA SOSPESO E POI FINITO PER MANCANZA DEL NUMERO LEGALE

E’ durata pochi minuti la seduta del Consiglio comunale di ieri sera, che in seconda convocazione doveva occuparsi, tra l’altro, del nuovo ospedale; di due atti di indirizzo( uno sulla sanità d’iniziativa e l’altro sulla concessione di benemerenze al Valor civile); e dei regolamenti, sulle arti e mestieri di strada e sulla De.Co. In apertura dei lavori il consigliere Salvo Sorbello ha lamentato la mancata presenza in aula dell’Amministrazione nonostante l’importanza dei punti all’ordine del giorno; nonostante l’arrivo in aula del vice sindaco, Francesco Italia, anche il consigliere Simona Princiotta ha lamentato l’assenza in aula della Giunta ed è tornata a chiedere la calendarizzazione della richiesta del Consiglio aperto sul “Talete” chiesta con procedura d’urgenza diversi mesi prima da 8 consiglieri; sullo stesso argomento il consigliere Gaetano Firenze ha suggerito la riproposizione dell’ordine del giorno, da calendarizzare entro 20 giorni. Firenze è poi intervenuto sulla mancata presentazione della relazione periodica del Sindaco, definendola “attività omissiva non rispettosa dei poteri del Consiglio per come previsti dalla legge”; anche il consigliere Salvatore Castagnino è tornato a lamentare l’assenza della Giunta in aula; ed i ritardi nella presentazione della relazione periodica del Sindaco, il cui mancato adempimento può integrare profili di declaratoria di decadenza. I toni accesi che hanno animato il dibattito hanno poi spinto il presidente Antonio Sullo ad una sospensione della seduta per 10 minuti. Alla ripresa, mancando il numero legale, la seduta è stata sciolta.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: