Siracusa, mercoledì sarà intitolata la nuova rotatoria. Presente il sindaco

Mercoledì 30 settembre a Siracusa si terrà la cerimonia in onore del generale Deodato, che darà il nome ad una rotatoria ben precisa in città.

Siracusa, 28 settembre 2015. Si terrà mercoledì 30 settembre, alle 17.30 la cerimonia per intitolare il largo tra viale Ermocrate e via Columba al Generale di Brigata aerea Corrado Deodato.

Saranno presenti il sindaco, Giancarlo Garozzo, le autorità civili, religiose e militari della città ed i parenti del generale Deodato.

Ma chi era il Deodato? Nato a Pachino il 01/02/1918, il Generale Corrado Deodato si arruolò il 1° gennaio 1938 in qualità di allievo Sottufficiale pilota.

Superato il corso preliminare svolto presso il Centro di Reclutamento e Addestramento di Puntisella (Pola), nell’aprile dello stesso anno fu assegnato all’aeroporto di Pisa San Giusto presso il quale svolse il corso di pilota di aeroplano. Promosso Sergente fu assegnato all’aeroporto di Aviano. Fu quindi assegnato, con il grado di Sergente Pilota, alla 13^ Squadriglia del 9° Stormo BT, di stanza a Viterbo, con la quale prese parte alle prime azioni di guerra nel giugno 1940.

Dal luglio 1940, fu assegnato alla neo-costituita 278^ Squadriglia sperimentale aerosiluranti, con la quale, dopo un periodo di addestramento presso l’aeroporto di Gorizia, fu rischierato presso l’aeroporto di El Adem (Tobruk) in Libia, partecipando a molte missioni di aero-siluramento, che gli valsero la concessione di due Medaglie d’Argento al Valor Militare.

Nell’agosto 1942, mentre svolgeva il proprio servizio di istruttore a Pisa, temporaneamente rischierato a Decimomannu (CA), in appoggio al 36° Stormo, partecipò all’azione condotta contro un convoglio nemico che gli valse l’attribuzione della Croce di Guerra al Valore Militare sul campo. Dopo l’armistizio, riuscì fortunosamente ad evitare la prigionia ed a superare la linea del fronte, per fare rientro al paese d’origine (Pachino), dal quale si mosse per ricongiungersi con i colleghi, prima a Catania e successivamente a Lecce, che raggiunse nel gennaio del 1944.

Finita la guerra, il Deodato fu inizialmente dato per disperso in azione, sino a quando, nel 1947, risolto l’equivoco, fu riassorbito nei ranghi dell’Aeronautica Militare e promosso Ufficiale in Servizio Permanente Effettivo per meriti di guerra.Nominato Tenente Colonnello nel 1963, nella primavera del 1964 assunse il comando dell’88° Gruppo Autonomo Antisom di stanza all’aeroporto di Catania Fontanarossa,

Il 31 gennaio 1973, per raggiunti limiti d’età, fu collocato in congedo con il grado di Generale di Brigata Aerea, Morì il 30 settembre 1993.

 

Corrado Tardonato

 

 

 

 

Pubblicità

Corrado Tardonato

Comunicatore pubblico, siciliano, classe ’87. Impegnato da anni nel settore della comunicazione politica ed istituzionale. Ho ricoperto vari ruoli quali il Responsabile stampa e comunicazione di soggetti politici ed istituzionali. Mi occupo di marketing politico ed elettorale (esperienza professionale condotta nel think thank PolisConsulting e in qualità di consulente per alcuni partiti politici), di comunicazione istituzionale presso enti pubblici, come il Comune di Monteprandone (AP) svolgendo attività di ufficio stampa e piani di comunicazione per migliorare la “brand reputation” dell'Ente; giornalismo e new media tra le verie esperienze in SudPress a Catania. Ho ricoperto il ruolo di responsabile commerciale e risorse umane presso una società di servizi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: