Siracusa: Il saluto della città al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la commemorazione di Bassiouni

“Egli sintetizzava alla perfezione l’autorevolezza dello studioso e dell’accademico e la passione dell’attivista dei diritti politici e civili, impegnato sul campo contro ogni forma di sopraffazione della persona e di mortificazione dell’essere umano”. Sono queste le parole utilizzate dal sindaco di Siracusa Francesco Italia, per ricordare lo storico presidente dell’attuale “The Siracusa International Institute” Cherif Bassiouni, ad un anno dalla morte. La cerimonia ha visto anche la presenza in città del Presidente Mattarella che ha salutato affettuosamente la città ed incontrato il primo cittadino.

Il sindaco inoltre nel suo lungo discorso precisa che l’Istituto, assieme alla Fondazione Inda, è uno dei fiori all’occhiello di una città antica che non vuole, però, vivere solo della sua storia – per quanto invidiabile – ma vuole continuare ad essere protagonista nel presente e nella costruzione del futuro.  “Studio, ricerca e analisi; attenzione alle aree di crisi e formazione dei giovani giuristi rivolta anche ai Paesi che si stanno impegnando a colmare i ritardi nell’affermazione della certezza del diritto. Ce n’è abbastanza per sentirci fieri di questa istituzione nel ricordo costante di Cherif Bassiouni e dell’attuale presidenza di Jean-François Thony. Un’istituzione con queste caratteristiche ha la sua sede ideale a Siracusa, storica porta verso il Nordafrica e il Medio oriente, città aperta sul Mediterraneo, luogo millenario di civiltà e di cultura che chiama tutti noi contemporanei a nuovi doveri e a nuove responsabilità” ha continuato Italia. .

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: