Sequestrata cava abusiva di 30 mila metri quadrati

In un’area soggetta a vincolo paesaggistico avevano scavato una cava di circa 30 mila metri quadrati per estrarre la pietra basaltica di origine sia vulcanica che calcarea per poi venderla in modo illegale nel mercato dell’edilizia.

La Guardia di Finanza di Siracusa ha individuato nel territorio di Carlentini, la cava e l’estrazione abusiva di materiale basaltico ed ha sequestrato l’intera superficie. Nello specifico l’attività di servizio è stata eseguita dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Lentini ha consentito, al termine della complessa e vasta indagine di sequestrare l’area.

I Finanzieri impegnati nelle operazioni hanno inoltre  individuato 3 siti dove veniva estratta la pietra. I siti oggetto di estrazione abusiva vanno da una larghezza variabile di 9 metri fino ai 100 metri ed una altezza variabile da 9 fino a 24 metri.

Al termine dell’indagine il proprietario dell’area è stato denunciato a piede libero e gli illeciti sono stati segnalati alla Soprintendenza ai beni culturali nonché all’Ufficio tecnico comunale territorialmente competente per i successivi provvedimenti e controlli.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: