“Scuola per tutti”: un tavolo tecnico per istituire un piano di razionalizzazione delle scuole

Un tavolo di lavoro urgente che chiami in causa tutti gli attori della scuola per avviare un serio e soprattutto sensato piano di razionalizzazione delle scuole della città di Siracusa.

Questa la richiesta del comitato “Una scuola con tutti”  che riunisce decine di genitori di alunni degli istituti comprensivi comunali e che intendono sollecitare una serie di azioni concrete alla vigilia del via alle iscrizioni per il nuovo anno scolastico.

“L’autonomia scolastica, a partire dal 2000, – affermano i genitori – ha comportato la nascita degli Istituti Comprensivi, costituiti da tre ordini di studio. Nei 15 Istituti nati a Siracusa, nella maggior parte dei casi, non è mai seguito, da allora, il dovuto adeguamento normativo e strutturale degli edifici che li ospitano da parte dell’ente proprietario, cioè il Comune di Siracusa”.

“Dobbiamo inoltre considerare che le iscrizioni per l’anno scolastico 2017/2018 sono già state avviate e che dalle stesse dipende la conferma delle classi esistenti e la formazione delle nuove classi, con la conseguenza della composizione dell’organico relativa il personale docente e il personale ATA” dichiara Prospero Dente, presidente del Comitato dei genitori  il quale aggiunge: “Come genitori restiamo fermamente convinti che sia fondamentale preservare una Scuola di territorio con una visione complessiva, e non di interesse del singolo Istituto Comprensivo, e per questo chiediamo d’urgenza la convocazione di un tavolo di lavoro che chiami in causa tutti gli attori della scuola per avviare un serio e soprattutto sensato piano di razionalizzazione degli Istituti scolastici della città”

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: