Scarichi illegali di acque reflue, abbandono di rifiuti e lavori stradali eseguiti senza autorizzazione

Continua senza sosta l’attività di monitoraggio ambientale della Polizia Provinciale. A seguito di accertamenti condotti lungo il litorale balneare compreso tra le località  “Arenella ed Ognina” sono stati individuati quattro scarichi illegali di acque reflue asserviti ad abitazioni residenziali. 

In particolare, lungo la strada provinciale 104 (Carrozzieri – Milocca – Ognina – Fontane Bianche), su sei controlli eseguiti con il supporto di rilievi planimetrici ed accertamenti tecnici non invasivi, è stato possibile individuare quattro scarichi illegali provenienti per lo più da insediamenti civili che, attraverso allacci volanti, nello specifico tubazioni in gomma o pozzi neri non a tenuta stagna, scaricavano direttamente sul suolo e nel sottosuolo circostante.  

Ai proprietari degli immobili, sono state comminate sanzioni pecuniarie pari a 15.000 euro. Gli stessi, contestualmente, sono stati diffidati a non utilizzare gli scarichi non autorizzati e di provvedere al contempo ad inoltrare richiesta di allaccio alla rete fognaria.  

Inoltre, nell’ambito dei territori dei Comuni di Carlentini e Melilli, rispettivamente, sono state emanate sanzioni per la realizzazione di manufatti in cemento armato e l’apertura di accessi e diramazioni privi delle preventive e necessarie autorizzazioni dell’Ente proprietario della strada e per abbandono incontrollato di rifiuti speciali.  

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: