Rosolini: La Giunta e il Consiglio Comunale approvano “La Nuova Carta dei diritti della bambina”

In adesione alla proposta avanzata dalla sezione della Fidapa  di Rosolini  su proposta dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Servizi sociali e Politiche giovanili e per la famiglia  Concetta Guarino e del Presidente del Consiglio Comunale Piergiorgio Gerratana, la Giunta e il Consiglio Comunale hanno approvato  la delibera di adozione della “Nuova carta dei Diritti della Bambina”.

La “ La Nuova Carta dei Diritti della Bambina”   si  pone come obiettivo quello di avviare un’attività di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole, rispetto al tema sempre attuale della violenza di genere, ricordando i diritti sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia del 1989 da cui sono estrapolati principi finalizzati alla tutela delle bambine e delle ragazze. Il principio ispiratore della Carta, promossa dalla Fipada BPW Italia, è quello di concorrere alla costruzione di una sensibilità sociale secondo cui la bambina deve essere aiutata, protetta fin dalla nascita e formata in modo che possa crescere nella piena consapevolezza dei suoi diritti e dei suoi doveri contro ogni forma di discriminazione.

In virtù dell’adozione, l’Amministrazione Comunale si impegnerà nel favorire la conoscenza del documento nelle scuole, tra i giovani, le Associazioni e le famiglie attraverso campagne  formative e di sensibilizzazione.

Nell’esprimere soddisfazione il Sindaco Incatasciato e  l’Assessore Guarino affermano:

“L’adozione della “Nuova Carta dei Diritti della Bambina” è stato un gesto di grande importanza e attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale che pone il nostro Ente in prima linea per le attività di sensibilizzazione alle pari opportunità, dei diritti umani in genere e del sociale.  Un prezioso documento veicolo di cultura per una società sempre più consapevole del valore e del rispetto per la differenza di genere. Impegnarsi  a sostenere e a diffondere questi principi assume una grande valenza e rappresenta un’azione per sensibilizzare ulteriormente  l’opinione pubblica, in particolare i giovani,  a contrastare la violenza di genere, a combattere i pregiudizi, a promuovere la parità di genere e contrastare la violenza contro le donne e le fasce più deboli”.

Da parte sua il Presidente del Consiglio Comunale Piergiorgio Gerratana commenta:

“Sono molto contento che il Consiglio Comunale nella sua interezza abbia recepito e condiviso un atto così importante già esitato dalla Giunta Comunale. L’adozione della Carta ci spinge ad impegnarci per portare avanti  un processo culturale nuovo nella nostra città in cui i diritti delle donne siano veramente rispettati, con una educazione paritaria sin dalla prima infanzia. Speriamo che questo messaggio venga recepito e fatto proprio da tutti”.

Pubblicità