Da Roma ad Avola, è in moto l’esercito dei volontari del Servizio Civile: punta su turismo ed assistenza ai minori

Avola (08/12/2016) – Ha preso il via oggi l’anno di Servizio Civile per i 1321 ragazzi che presteranno la propria opera presso le 930 sedi delle Pro Loco italiane.  Complessivamente sono 17 le regioni interessate e 49 i progetti presentati dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (Unpli) e approvati dal dipartimento nazionale del Servizio Civile e della Gioventù (Presidenza del Consiglio dei Ministri).

L’Unpli, inoltre, sin dal 2004 è accreditata presso il Servizio Civile nazionale, quale Ente di 1a classe nel settore di intervento: “Patrimonio artistico e culturale d/03 – valorizzazione storie e culture locali”.

“Grazie alle risorse del Servizio Civile Nazionale le Pro Loco d’Italia – dice il presidente di Unpli, Antonino La Spina – possono contare su un valore aggiunto per il quotidiano impegno che svolgono nei territori e per affermare le tante attività che vengono realizzate.  Nell’ambito dei 49 progetti approvati – continua – i volontari del Servizio Civile cureranno anche il recupero, l’archiviazione, la catalogazione e la tutela del patrimonio immateriale che rappresenta le radici della nostra cultura”. Attività per la quale l’Unpli dal 2012 è riconosciuta dall’Unesco.

Intanto, ad Avola si punta sui servizi Sociali. E’ da circa cinque mesi, infatti, che nel Comune sono stati avviati tre progetti di Servizio Civile Nazionale – Garanzia Giovani. Riguardano tre aree: minori, anziani e verde pubblico per le quali, adesso, si fa il  primo consuntivo.

Uno dei progetti è denominato “Minori in Primo Piano” ed ha l’obiettivo di sensibilizzare quest’ultimi a dei modelli educativi, infondendo loro la cultura dell’integrazione della socializzazione, della condivisione, rafforzando la sfera affettivo -relazionale di minori con problemi e situazioni familiari particolari. Ad occuparsene sono sei Volontari selezionati a Febbraio scorso, e sono sotto la guida di due OLP (Operatori locali di progetto) il Dott. Portuesi e La Dott.ssa Campisi, pedagogista e Assistente Sociale del comune di Avola. Sono state tante le iniziative intraprese in questi mesi, l’ultima in ordine cronologico è stata la visita con i minori del centro presso il Primo circolo didattico “De Amicis” , dove i bambini hanno ammirato la mostra sulla donna fatta dai loro coetanei. Un’altra iniziativa è stata la raccolta solidale di materiale didattico, che è stato donato in maniera massiccia da tanti cittadini, e che poi è stato tutto devoluto a quanti ne avessero necessità. In questi giorni i volontari si stanno occupando di alcune attività prettamente natalizie che stanno svolgendo al centro e che vedranno mettere in scena canzoni a tema oltre che una scenetta. altrettanto bella l’iniziativa che si sta portando avanti in collaborazione con le maestre dell’asilo “Baden Powell” dove i volontari sono impegnati ad ellestire una scenografia natalizia e stanno preparando dei canti per un momento di festa che si farà con i bambini dell’asilo.

Interessante sono anche i progetti proposti nelle scuole che riguarderanno due ambiti: Il primo è finalizzato al lriciclo di materiali usati. Si chiama “Dalla manualità alla creatività”. L’altro, dal nome “Che bel bambino”, è, invece, rivolto alle classi terze della scuola materna ed alle prime classi della scuola primaria.

Saranno ancora tante le iniziative che si metteranno in atto, una tra tutte sarà un Convegno cittadino organizzato dai Volontari del Servizio Civile del progetto in questione, sul ruolo fondamentale che la Pedagogia ha nella nostra società.

 

Didascalia foto: I volontari del servizio Civile di Avola

 

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: