Ragusa: Sequestrati 1 Kg di hashish e 2 mila euro in contanti. Arrestato anche un algerino

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, in collaborazione con unità cinofile di Siracusa, hanno effettuato il sequestro di 1 kg di sostanza stupefacente, destinato con ogni probabilità al mercato clandestino della Piana di Vittoria, arrestando il responsabile di nazionalità algerina.

Nel pomeriggio di ieri militari del Nucleo Polizia Economico Finanziaria di Ragusa, nell’ambito di mirati servizi di controllo economico del territorio, hanno notato un flusso insolito di persone di origine extracomunitaria che interessava una abitazione della zona alta di Vittoria.  Tale situazione insospettiva i finanzieri che hanno quindi pedinato al persona. Dopo poco, il soggetto veniva fermato per un normale controllo, accertando il possesso di un quantitativo di hashish ben al di sopra dell’uso personale. Alla richiesta di farsi accompagnare presso la propria abitazione, in realtà già nota agli operanti, il cittadino algerino tentava di eludere l’attività d’indagine fornendo indicazioni fuorvianti sul suo effettivo domicilio.

A questo punto i militari decidevano di procedere alla perquisizione di iniziativa della reale abitazione e, grazie al prezioso contributo delle unità cinofile intervenute sul posto, rinvenivano un marsupio occultato nella dispensa della cucina contenente una cospicua quantità di sostanza stupefacente suddivisa in 9 panetti.

Contestualmente veniva effettuata un’irruzione all’interno di un’altra abitazione di un cittadino extracomunitario – già noto ai militari operanti per precedenti di spaccio – il quale, nel corso della giornata, si era più volte recato nello stabile sito in Via XXIV maggio dove era stata rinvenuta lo sostanza stupefacente.

Al termine delle perquisizioni, entrambi i soggetti sono stati accompagnati presso la Caserma di Via Archimede per gli accertamenti di rito, che hanno permesso di acclarare, altresì, l’esistenza in capo ad essi di due provvedimenti di espulsione dal territorio dello Stato.

Sentito il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Ragusa, sono quindi scattate le manette per il primo soggetto, ritenuto responsabile del possesso ai fini di spaccio di un Kgdi Hashish, mentre il secondo soggetto, una volta ultimate le previste formalità, verranno avviate le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale.

Lo sostanza stupefacente sequestrata avrebbe potuto fruttare, al dettaglio, oltre 10 mila euro, somma che probabilmente sarebbe stata prontamente reinvestita nell’acquisto di nuove forniture di droga per il mercato illecito.

Pubblicità