Professionisti4.0: un grande successo per l’evento di Confcommercio

Colma la sala conferenze dell’Urban Center di Via Bixio nella giornata di ieri dedicata all’incontro “Professionisti 4.0 – Sfide e opportunità per un nuovo protagonismo nel mercato che cambia”, tappa aretusea del roadshow nazionale promosso da Confcommercio Professioni, anche grazie alla partecipazione degli iscritti agli Ordini Professionali che hanno sostenuto l’iniziativa inserendola negli incontri della FCP.

L’incontro ha dato vita ad un percorso comune di sviluppo, condiviso dall’Associazione, dalla Pubblica Amministrazione e dalle diverse professionalità del nostro territorio che si sono succedute sul palco per disegnare, ognuna dal proprio punto di vista tecnico, la Siracusa del futuro, analizzando i punti di forza e mettendo a fuoco le opportunità offerte da un mercato del lavoro in continua evoluzione.

L’evento, introdotto dal Presidente provinciale Piscitello e moderato dal Direttore provinciale Alfieri, ha visto la partecipazione istituzionale della Presidente nazionale Confcommercio Professioni Avv. Anna Rita Fioroni che ha esplicitato gli obiettivi dell’associazione che rappresenta e che intende conferire sistematicità alla definizione normativa di “professionista”, oggi fin troppo frammentata in molteplici atti normativi con la conseguenza di complicare la gestione fiscale e burocratica della professione. A fotografare il mercato del lavoro oggi in Italia, invece, l’intervento del Prof. Emmanuele Massagli, presidente dell’ADAPT, l’Associazione per gli studi internazionali e comparati sul diritto del lavoro e sulle relazioni industriali fondata da Marco Biagi. Dando un’anticipazione sui dati del rapporto “Il futuro delle Professioni nell’Economia 4.0 tra (nuove) regole e rappresentanza”, Massagli ha puntato l’attenzione sulla necessità di riconoscere le competenze specifiche e trasformarle in elementi di una rete che opera per un unico obiettivo, quale è la crescita di un sistema. Per questa ragione, i diversi professionisti siracusani che sono stati coinvolti nella fase organizzativa dell’evento, coordinati da Confcommercio Siracusa, hanno prodotto un progetto unico analizzato e presentato dal proprio punto di vista: progettuale/tecnico per l’Arch. Pappalardo, fiscale e finanziario per i dott.ri Canto e Butera, culturale e psicologico per la dott.sa Di Fede.

Alla base l’idea di ripensare la città di Siracusa sull’asse Targia-Ortigia, collegandone le diverse zone secondo nuovi modelli di mobilità sostenibile e di servizio integrato, rendendo fruibili zone oggi interdette al pubblico o prive di partecipazione sociale. Per riuscire a trasformare il progetto in realtà va ripensata anche la pianificazione finanziaria e la sua fattibilità, anche attraverso l’accesso ai fondi diretti europei, come ha spiegato il dott. Cisternino in collegamento da Confcommercio International a Brussels.

“Una partecipazione così attiva – dichiara l’Avv. Piscitello – ci fa comprendere che stiamo percorrendo una strada condivisa e, per questa ragione, siamo già pronti ad organizzare un calendario di workshop tematici per il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse del territorio col fine di rendere possibile la realizzazione di questo progetto”.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: