Priolo, varato dalla giunta il Piano Comunale Amianto per la bonifica del territorio

Priolo (21/04/2016) – L’amministrazione comunale di Priolo ha approvato oggi il pianoidell’amianto. Si tratta di un piano intersettoriale, che mette insieme Protezione Civile, Ambiente, Urbanistica, Vigili urbani, Ufficio Tecnico, Ufficio Provinciale di Sanità, Pubblica Istruzione e Ragioneria.

I compiti, ciascun settore per le sue competenze, consistono nella vigilanza preventiva, nell’individuazione e bonifica delle discariche abusive, nell’individuazione e censimento degli edifici che nascondono ancora amianto, nell’imposizione delle bonifiche ai proprietari (o nell’intervento sostitutivo in danno) e nell’individuazione degli edifici scolastici in cui c’è amianto. Quest’ultimo adempimento sarà a carico dell’ufficio Pubblica Istruzione.

Coordinatore dell’ufficio amianto è il disaster manager Giovanni Attard.

“La difesa dell’ambiente per noi è sempre stata una priorità – dice il sindaco di Priolo, Antonello Rizza – la realizzazione del piano Amianto darà, così, maggiori strumenti all’amministrazione per impegnarsi nel campo delle bonifiche

L’intero piano adesso passa al vaglio del Consiglio comunale, che, dopo la valutazione di massima, deve approvarlo per renderlo definitivamente operativo.

La giunta si è anche occupata, nella stessa seduta, dell’uscita, da parte dell’amministrazione, dalle società partecipate, così come previsto dalla legge 190 del 2014 (articolo 1, comma 312). Sulla base di questa normativa l’Ente lascia il Cumi , il Consorzio che gestisce la facoltà di Giurisprudenza con l’Università di Messina, ottenendo un risparmio netto di 50.000 euro l’anno.

“Per noi uscire dal Cumi è un atto dovuto – conclude Rizza – la legge ci impone di lasciare le partecipate che non sono indispensabili per l’ottimale gestione dell’Ente. Non farlo vorrebbe dire infrangere la legge”

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: