Priolo: dopo la condanna di mobbing dell’ex sindaco Toppi il comune subisce diversi danni. Lo sfogo del Sindaco Rizza

“Da dove questo individuo trae la propria presunta superiorità morale, che cerca di propinare in ogni articolo, quando è stato testimone interessato a reati così vili, infami e vergognosi come il mobbing?”, si chiede Rizza

Priolo Gargallo, 20 ottobre 2015 – Il Sindaco di Priolo, Antonello Rizza, sottolinea, in un suo intervento, il danno economico e morale subito dal Comune dopo la condanna per mobbing dell’ex sindaco Toppi. La sentenza d’appello della Corte dei Conti ha, infatti, condannato la pubblica amministrazione ad un ulteriore esborso di denaro per ripagare i danni della dipendente mobbizzata che ha denunciato il sindaco del tempo.

Rizza, adesso, riferendosi al fratello dell’ex sindaco Toppi, si chiede come egli possa continuare ad attaccare la sua amministrazione, quando, nel passato, anche se adesso vorrebbe muoversi da moralizzatore, è stato vicinissimo ed ha sostenuto un’amministrazione condannata per mobbing.

Questo il testo dell’intervento di Antonello Rizza: “È proprio vero, la giustizia è lenta ed inesorabile. E’ sotto gli occhi di tutti la documentazione relativa alla sentenza d’appello della Corte dei Conti, con la quale si condanna il Comune di Priolo e l’allora sindaco Toppi per mobbing, (recita testualmente il vocabolario: il mobbing è una forma di terrore psicologico sul posto di lavoro, esercitato dai superiori sui subalterni). Nella sentenza è riportato, inoltre, il debito fuori bilancio con il quale i consiglieri comunali di questa maggioranza si sono sobbarcati l’onere e la responsabilità di pagare, circa 24.000 euro, che la Corte dei Conti ha riconosciuto al dipendente. A queste somme vanno aggiunti i 12.000 euro riconosciuti in primo grado, oltre le spese legali e gli oneri accessori per per altre 15.000 euro circa. Per un totale di quasi 60.000 euro, soldi dei cittadini di Priolo.

Una domanda adesso sorge spontanea: da dove questo individuo trae la propria presunta superiorità morale, che cerca di propinare in ogni articolo, quando è stato testimone interessato a reati così vili, infami e vergognosi come il mobbing?

Mi viene, altresì, da chiedergli a che titolo stava, quotidianamente e perennemente, per i 10 anni di amministrazione capeggiata dal fratello maggiore, dentro gli uffici comunali; dentro la stanza del sindaco, persino rilasciando interviste. Che ruolo ricopriva? quali interessi curava? Nessuno, in 10 anni, ha sollevato il problema che ora, invece, intendiamo rilanciare con forza”.

Ilaria Greco

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: