Plemmirio, pescavano nell’area protetta: interviene Guardia costiera

Pescavano illegalmente nell’area marina protetta del Plemmirio, interviene la Guardia per denunciare quattro diportisti.

Intensa attività da parte del personale militare della Guardia Costiera di Siracusa a tutela e vigilanza della pesca.

Una serie di controlli che hanno fatto emergere il mancato rispetto del divieto di pesca nella zona marina protetta.

La Guardia Costiera, in sinergia con il Consorzio Plemmirio, ha segnalato la presenza di una barca nella zona A della riserva interdetta alla navigazione.

L’intervento della motovedetta CP537 ha consentito di intercettare il natante da diporto, seguito in video dalla sala operativa, a Capo Murro di Porco all’interno della zona “B”.

I controlli hanno evidenziato che il diportista era autorizzato alla pesca nell’area marina ma ha ricevuto una denuncia per aver navigato in zona A.

Il monitoraggio della riserva marina ha accertato anche l’ingresso ed il transito di due unità mercantili superiori alle 500 tonnellate di stazza.

Denunciati entrambi i comandanti mentre il personale delle motovedette ha elevato 4 verbali di illecito amministrativo per pesca sportiva con attrezzi non consentiti.

Sequestrate anche le barche che utilizzavano la rete da posta.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: