Omofobia nel linguaggio di Miceli: il Megafono chiede le sue dimissioni

“I tempi più oscuri del maccartismo si celebrano all’interno di alcune posizioni del PD”. Così il Megafono

Palermo, 4 luglio 2015 – “Inaccettabile, vergognoso! Miceli dimettiti!” . Così tuona il Megafono dopo le parole usate dal segretario provinciale del partito democratico di Palermo, alludendo alla sessualità del Presidente della Regione e facendo riferimenti personali e addirittura anche alla sua famiglia.

Miceli, intervenuto alla direzione PD, ha rincarato la dose e parlando del presidente ha continuato ad offendere pesantemente con un linguaggio non certo consono ad un segretario di partito.

Il Megafono fa quadrato attorno al governatore siciliano e auspica che un linguaggio del genere non venga più utilizzato.  “I tempi più oscuri del maccartismo – dice il movimento – si celebrano all’interno di alcune posizioni del PD di Palermo. Ciò non è più tollerabile!” 

Sebi Roccaro

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: