Noto, sabato la notte bianca con Sherazade.

Sherazade, la notte bianca più lunga d’estate. Una notte bianca sui generis quella che si terrà sabato 18 nel centro storico di Noto.

Noto, 17 luglio 2015. Sherazade, la notte bianca prevista sabato sera a Noto prevede musica, arte, giocoleria, mostre e divertimento che faranno di Noto la regina del sud est della Sicilia in termini di coinvolgimento, partecipazione e cultura. Sono previsti 60 artisti e 4 aree musicali, per un totale di venti eventi dal tramonto all’alba assolutamente gratis. Ma cosa c’è dietro Sherazade, organizzata da Live Experience Noto e Badside Palermo.

Per una notte la Sicilia diventerà il centro del mare nostrum, attraverso la danza di Sherazade per aprire uno squarcio all’interno dell’area del Mediterraneo che “tra rock e rai” torna ad imporsi al centro della storia. Ebbene la città di Noto di offre mediante l’archetipo femminile di Sherazade che, dalle sue origini, passando dal Medio Oriente giunge fino a noi come antidoto, come strumento comunicativo volto a restituire un’immagine di insieme, di multiculturalità che si innesta a pieno nel nostro immaginario colletivo. “L’amministrazione della città, nella persona del sindaco Bonfanti, di concerto con il sapiente lavoro del Vice sindaco Cettina Raudino e dell’Assessore Frankie Terranova ha lavorato alacremente in questi ultimi anni sul piano culturale, affinchè la città barocca possa avere una sempre maggiore vis actractiva e una vocazione turistica ancora più marcata” – ha dichiarato il direttore artistico dell’evento, l’avvocato Carmelo Toro. “Il tema dell’immigrazione, che nei passati mesi ha scritto pagine amare e dolorose, mentre l’Europa discute di tutt’altro, sarà a Noto oggetto di dibattito e di riflessione culturale mediante mostre ed installazioni, come quella di Francois Koltes (nygers trying ti across the sea”) in via Spaventa-  ha concluso l’ideatore della manifestazione Toro.

Dunque quattro aree musicali e tematiche, dall’indie all’elettronica, dal rap alla musica popolare per una commistione di generi che sancira’un evento dai contorni mistici e sublimi; vi sarà spazio anche per il vintage e l’hand-made con il Pop Art Market (la penultima tappa estiva prima di sbarcare a Londra)in versione Tropicana Edition il 18 e il 19 luglio all’ex Convitto Ragusa, arricchita dal vernisage di “Daisen – essere nel tempo”, mostra del maestro Sergio Fiorentino. “Noto accende i riflettori sul mondo, per una lunga notte, dal tramonto all’alba, in cui la Sicilia si riappropria del proprio ruolo di cento del Mediterraneo” aggiunge lo stesso Toro.

“Vorremmo fare due dediche, una alle donne di Kobane, le cui gesta sono in linea con l’impostazione ideale ed il messaggio di Sherazade 2015 e l’altra al signor Enzo Rizza, anima e motore dell’ufficio Turismo del Comune di Noro, da pochissimo venuto a mancare, un uomo a cui la città deve tanto” – conclude il direttore artistico Carmelo Toro.

Dunque una Sherazade danzante e narrante, che accenderà per una notte i riflettori sullo splendido barocco nostrano, adattato singolarmente a teatro di una festa lunga tutta una notte a base di musica,cui, suoni, colori e suggestioni.

Corrado Tardonato

Pubblicità

Corrado Tardonato

Comunicatore pubblico, siciliano, classe ’87. Impegnato da anni nel settore della comunicazione politica ed istituzionale. Ho ricoperto vari ruoli quali il Responsabile stampa e comunicazione di soggetti politici ed istituzionali. Mi occupo di marketing politico ed elettorale (esperienza professionale condotta nel think thank PolisConsulting e in qualità di consulente per alcuni partiti politici), di comunicazione istituzionale presso enti pubblici, come il Comune di Monteprandone (AP) svolgendo attività di ufficio stampa e piani di comunicazione per migliorare la “brand reputation” dell'Ente; giornalismo e new media tra le verie esperienze in SudPress a Catania. Ho ricoperto il ruolo di responsabile commerciale e risorse umane presso una società di servizi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: