Noto, raccolta differenziata. Pubblicato il primo report

Ai margini del progetto “Pugno duro Obiettivo chiaro”, voluto fortemente dal sindaco di Noto Corrado Bonfanti, è iniziata l’azione di contrasto alle violazioni delle prescrizioni sul conferimento  e sullo smaltimento dei rifiuti dei cittadini.

Noto, 13 luglio 2015. E’ stato disposto il primo report settimanale sulle azioni di contrasto contro le violazioni sullo smaltimento dei rifiuti, che va dal 3 al 10 luglio, diffuso dall’Unità Operativa Ambientale  della Polizia Municipale, a nome del Responsabile Coordinatore del servizio 4° Isp. la dott.ssa Campisi Patrizia.

I dati da un’analisi approfondita e relativa al solo periodo in esame, rilevano che la maggior parte dei conferimenti illeciti di rifiuti vengono posti in essere principalmente da chi si trova fuori città ( 56% ), mentre la tipologia dei trasgressori fa segnalare una sostanziale parità tra privati cittadini ed attività commerciali. I dettagli sulle singole violazioni evidenziano che queste sono state  effettuate principalmente al mattino, tra le 07,00 e le 10,00 ( quando la raccolta dei rifiuti da parte della ditta Dusty è già stata effettuata), o ancora di rifiuti gettati all’interno dei cassonetti o di lanci del sacchetto direttamente dall’automobile. Il dato territoriale ci dice che nel periodo i controlli e le relative sanzioni hanno interessato tutti i quartieri della città, con una prevalenza nella zona costiera.

I controlli, effettuati su più fasce orarie, sullo smaltimento dei rifiuti e sul decoro dell’ambiente urbano, hanno portato alla contestazione di diverse sanzioni, soprattutto per le attività commerciali. Le attività intraprese hanno portato alla contestazione di 25 illeciti amministrativi e la maggior parte sono state effettuate per il conferimento di rifiuti fuori orario e per l’abbandono di rifiuti in strada.  Con precisione 11 illeciti amministrativi si riferiscono ad attività commerciali e 14 illeciti amministrativi da parte di privati cittadini. Tuttavia è stato necessario calibrare la presenza continua e assidua della squadra Ambientale nell’ambito dell’attività di controllo del territorio caratterizzata dall’affluenza notevole di turisti nelle varie contrade e di residenti che trasferiscono i propri interessi nelle zone del nostro litorale.

Del resto il primo cittadino di Noto era già stato chiaro su ciò: “Noto è una città pulita  ma non possiamo permetterci di presentare situazioni mortificanti per la nostra immagine e per il futuro del nostro sviluppo”.

Dunque una siffatta mappatura del territorio risponde ad una rinnovata sensibilità volta a garantire ancora una volta sicurezza, disponibilità e vicinanza in toto alla collettività, mediante una sorveglianza periodica e costante, anche in ore serali e notturne, su siti sensibili, interessati da continui conferimenti illeciti di rifiuti, producendo un miglioramento netto e visibile dell’ambiente urbano in generale.

 

Corrado Tardonato

Corrado Tardonato

Comunicatore pubblico, siciliano, classe ’87. Impegnato da anni nel settore della comunicazione politica ed istituzionale. Ho ricoperto vari ruoli quali il Responsabile stampa e comunicazione di soggetti politici ed istituzionali. Mi occupo di marketing politico ed elettorale (esperienza professionale condotta nel think thank PolisConsulting e in qualità di consulente per alcuni partiti politici), di comunicazione istituzionale presso enti pubblici, come il Comune di Monteprandone (AP) svolgendo attività di ufficio stampa e piani di comunicazione per migliorare la “brand reputation” dell'Ente; giornalismo e new media tra le verie esperienze in SudPress a Catania. Ho ricoperto il ruolo di responsabile commerciale e risorse umane presso una società di servizi.