NOTO, LA GIORNATA DEL FASCINO DELLE PIANTE, IL PROSSIMO 27 MAGGIO, PER RECUPERARE L’ORTO OCCHIPINTI

La Giornata del fascino delle piante, manifestazione promossa dalla European Plant Science Organization, ha l’obiettivo di trasmettere l’importanza che le piante rivestono per le attività dell’uomo. Noto, grazie al CUMO, al Comune di Noto e ad Epso, mercoledì 27 maggio celebrerà questa giornata con l’iniziativa “La bellezza e l’intelligenza del mondo vegetale” che parte dalle piante ma arriva ad un progetto più ampio che riguarda l’orto Occhipinti. Uno spazio verde nel retro del CUMO, un tempo ricco di piante, che qualcuno ricorda come “orto occhipinti” e che si intende recuperare e renderlo luogo permanente di cultura scientifica, ambientale e paesaggistica. Ce lo spiega il Presidente del CdA del Cumo, Antonello Capodicasa: “L’idea di valorizzare e rendere fruibile questo grande spazio verde, adiacente alla sede del CUMO, ci ha entusiasmato subito. Con l’aiuto di esperti botanici, naturalisti e cultori del paesaggio avremo la possibilità di valutare al meglio le potenzialità di questo luogo, per fare in modo che possa tornare a vivere e a far parte del patrimonio storico e culturale della città. – prosegue Capodicasa- Certo, l’aspirazione più ambiziosa è quella di farlo diventare un orto botanico e di aprirlo al pubblico per promuovere la divulgazione scientifica e l’interesse per la conservazione dell’ambiente e della biodiversità. Per questi motivi non abbiamo esitato nemmeno un attimo ad aderire a questa importante iniziativa, nella quale crediamo molto”. Entra nei dettegli della manifestazione il suo Vice, Corrado Spataro: “La giornata internazionale del fascino delle piante è promossa e organizzata a livello mondiale per fare avvicinare quanta più gente possibile al mondo vegetale. Il nostro incontro, dal titolo “La bellezza e l’intelligenza del mondo vegetale”, già inserito nella programmazione delle iniziative nazionali, nasce a partire dallo sguardo che dalle finestre del CUMO abbiamo dato all’Orto Occhipinti sottostante. Un luogo nato come orto botanico e poi abbandonato, ricco di storia locale, e che , ritornato alla proprietà pubblica ha assoluto bisogno di essere riscoperto, tutelato, protetto, e offerto alla cura dei cittadini. La giornata consentirà ai ragazzi delle scuole di avvicinarsi con curiosità al mondo delle piante, e a tutti gli altri di scoprire il loro fascino e l’importanza di una conoscenza attenta di ciò che l’uomo può ricavare dalla loro vita, con l’aiuto di esperti e ricercatori dell’argomento”.
La giornata (dalle ore 9 alle ore 20) offre un programma ricco di studio a cui gli organizzatori hanno voluto affiancare anche degli importanti laboratori:
“Acqua e semi”
Laboratorio di animazione musicale e di costruzione di strumenti musicali
a cura di Vincenzo Spadaro;
“Tingere al naturale”  i colori realizzati con le piante a cura di Paolino Uccello;
“Sotto questo sole”: indaghiamo come le cellule vegetali utilizzano la luce.
a cura Federica Assenza e Martina Zanella;
Seminari: Il presente e il futuro dell’agricoltura in Sicilia
con Giuseppe Li Rosi e Marilina Paternò.
Per ulteriori informazioni visitare l’evento su Facebook “Giornata del fascino delle piante”
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: