Noto, “La felicità a portata di libro”. Presentato il lavoro di Giulio Perrone: “L’esatto contrario”

Noto, 21 aprile 2016 – Si è svolto venerdì scorso alla Cantina Sperimentale di Largo Pantheon, un nuovo appuntamento con la rassegna letteraria “La felicità a portata di libro” che ha visto ospite lo scrittore Giulio Perrone con la sua ultima opera “L’esatto contrario“.

Inserita nel piano delle attività culturali di Semaforo Rosa, gruppi di lavoro e pensiero, la rassegna è organizzata dalla Città di Noto con la Cantina Sperimentale Iblea, l’Unitrè ed in collaborazione con la libreria Liber Liber di Noto.

L’iniziativa ha sempre un momento di condivisione e solidarietà; venerdì scorso i presenti sono stati invitati a portare generi alimentari da donare alla Caritas, con una risposta avuta al di là delle più rosee aspettative. Inoltre l’Unitrè ha fatto dono di una somma di denaro alla mensa di San Corrado. Una serata davvero molto bella grazie anche alla personalità spiccata del protagonista, Giulio Perrone rivelatosi spiritoso, chiaro e diretto dinanzi alle tante sollecitazioni avute dalla moderatrice Concita Gallo e dal pubblico.

“Giulio Perrone – ha esordito la moderatrice Concita Gallo – è un personaggio versatile, poliedrico: docente universitario a Roma, editore dal 2005, ora anche scrittore; tutta la sua attività, dunque, è unita da un unico file rouge, quello della letteratura, dell’amore verso i libri e la cultura più in generale. La casa editrice, la Giulio Perrone Editore, ha come scopo quello di ‘prendersi la responsabilità di selezionare, scegliere e proporre’, così come lui stesso ha dichiarato in un’intervista in proposito.

Grande la capacità, anche attraverso l’espediente dei flashback, di narrare gli avvenimenti che coinvolgono i personaggi, creando una rete fra passato e presente capace di imprigionare ed irretire gli attori della storia in un rapporto a distanza, come nel caso di Giulia e Riccardo. “E mentre sembra che i tasselli dell’enigma prendano il loro posto – ha concluso Concita Gallo-  qualcosa resta sospeso, monco nel libro mastro della Giustizia”. Come di fatto spesso avviene anche nella realtà.

La chiacchierata è stata arricchita dalla lettura di alcuni passi del libro da parte di Fabio Marziano e Rina Rossitto.

Ilaria Greco

 

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: