Noto: grande successo per Sikelia Fashion Day II edizione

Noto, 28 maggio 2017 – Un successo straordinario, due giorni intensi e ricchi di significati legati sicuramente al mondo del fashion system ma in una chiave originale. Concetti come l’artigianalità, la ricerca dei materiali, la sperimentazione, il rispetto per l’ambiente, hanno attraversato tutti i sette designer scelti dalle organizzatrici del Collettivo Vionnet, Renata Prado, Presidente, Valentina Alfò e Chiara Valvo, protagonisti della II edizione del Sikelia Fashion Day.
 
Entusiasmante il momento delle sfilate per ogni singolo designer, con le 16 modelle duttili e ben felici di modificare ad ogni uscita la propria performance, che ha esaltato le bellezze e le peculiarità di ciascun brand. L’atto finale perfetto e gradito dal pubblico, che ha gremito il Salone delle Feste di Palazzo Nicolaci premiando, al di sopra di ogni più rosea aspettativa, gli sforzi delle organizzatrici.
La serata, arricchita dalla musica del sassofonista Corrado La Marca, si è aperta, alla presenza del Sindaco Corrado Bonfanti, (l’evento ha avuto il Patrocinio del Comune di Noto), con l’intervento dell’Assessore al Turismo Giusi Solerte: “Il progetto Sikelia Fashion Day è stato uno dei primi progetti che tre giovani ragazze, promesse e talentuose hanno portato alla mia attenzione, ed è stata subito empatia. Un progetto di eccelsa qualità, che interpreta in modo speculare l’idea di turismo, di marketing turistico che questa amministrazione, andando un po’ controcorrente, ha caparbiamente abbracciato sin da subito: un’offerta che punti sulla valorizzazione del nostro territorio e delle sue eccellenze; un’offerta dinamicapoliedricaversatile, rivolta ad un target medio-alto, ad una platea sempre più attenta ai dettagli, critica ed esigente, che non si accontenta della mediocrità, alla continua spasmodica ricerca di un prodotto di qualità. Un turismo che è, dunque, strettamente intrecciato alle radici di questo straordinario territorio e che non vuole dimenticare i sui figli, vero valore aggiunto delle proprie potenzialità. Troppo spesso si parla di fughe dei cervelli, di dispersione delle giovani promesse, costrette a ricercare fortuna altrove, perché bistrattate e non adeguatamente valorizzate e riconosciute dalla propria patria. La sfida di questa II edizione del progetto Sikelia Fashion Day, consiste nello scrollarsi di dosso questo sterile clichè; nel risvegliare le menti più sensibili da questo torpore culturale stigmatizzato in stereotipi ormai datati, frutto di una sorda miopia intellettuale; nel dare il giusto riconoscimento e visibilità a questi giovani ragazzi che con tenacia, caparbietà, dedizione, e completata la loro formazione lontano dal proprio paese, hanno con coraggio messo in discussione le proprie vite e scelte professionali ed hanno deciso di riportare le proprie intuizioni, la loro straordinaria originalità e professionalità, nella amata Sicilia. Una ventata di freschezza, una visione avveniristica del mondo della moda, ripensato, riletto ed interpretato in tutte le sue sfaccettature, un tentativo pionieristico ma assolutamente avvincente e straordinariamente coinvolgente. Il mio più grosso in bocca al lupo va a queste ragazze, vulcani di idee innovative, sensibili a tematiche sociali ed attente al rispetto dell’ambiente, che voglio ringraziare per avermi dato la possibilità di contribuire anche se solo in piccolissima parte a questo progetto di così alta aspirazione e vocazione artistico-culturale. Ad maiora”!
Tutti concetti ritrovati e presentati dai singoli designer che hanno incantato con le loro produzioni, sorpreso con le loro storie e interessato coi loro progetti; in ordine di uscita: Stefania Di Marco con Fashion Doll brand di Barbie Ooak, che ha creato esclusivamente per il Sikelia Fashion Day una Barbie in bianco e nero, ed una ciascuno per le tre organizzatrici; Antonino Bartucci e Sabina Maiorana con i papillon e i cravattini in legno B.Art; Sara Bianchi e i suoi bijoux Mori e Pupe; Francesco Virtuani, che a Milano con Federico Guenzi, ha creato le calzature senza utilizzo di materiali di origine animale Fera Libens; Delia Zappalà con la sua linea d’abbigliamento Delì che mette al centro la pietra vulcanica lavorata sino ad assumere una texture simile al velluto; Giuseppe Conti e famiglia che ha fondato e porta avanti da vent’anni l’Oro di Sciacca, preziosi gioielli in corallo; Vito Petrotta Reyes e Simona Lacagnina che firmano il brand di borse Vitussi e che in occasione della loro partecipazione al Sikelia Fashion Day hanno presentato l’ultima nata in casa Vitussi, la borsa “Cannolo”.
 
A fine sfilate il saluto del Primo Cittadino Corrado Bonfanti: “Desidero innanzitutto ringraziare Renata, Valentina e Chiara che hanno ancora una volta dimostrato grande passione e capacità; ringrazio i designer presenti che mi hanno dato lo spunto per due riflessioni che voglio condividere con tutti voi. Abbiamo visto che alcuni dei designer protagonisti di questa sera utilizzano la pianta del fico d’India, ecco noi politici siciliani, invece, usiamo le spine. Dovremmo essere a supporto di tante intelligenze, di tanta professionalità, tanto artigianato e tanta voglia di fare imprenditoria. Di quella sana, però, dove ancora vale moltissimo l’aspetto umano più di quello industriale. Quindi noi dovremmo ripensare il modo di gestire, di amministrare questa terra; e la vostra è stata una grande lezione. E infatti, la seconda riflessione è che oggi ho assistito ad una lezione di entusiasmo, di passione, di saper fare, di mettersi in discussione e di affrontare la vita con leggerezza, non dell’essere, ma leggerezza nel pensare che il futuro ce lo creiamo noi, e che noi siamo determinati nelle cose che quotidianamente facciamo. E attraverso la voglia di metterci in discussione siamo in grado di creare cose meravigliose. Ecco io esco fuori da questa serata cosi importante con una grande lezione. Ovvio che il messaggio che Renata, Valentina e Chiara lanciano, è quello di mettere alla ribalta con freschezza e innovazione il loro progetto e deve essere una sorta di esempio per tutti i giovani. La nostra Amministrazione sarà al vostro fianco anche nei prossimi anni, e la ricerca di queste eccellenze siciliane, e non, da entusiasmo, da forza, da esempio e da coraggio, per far si che altri talenti possano vedere la luce e prendere spunto da queste iniziative”.
Soddisfatta e felice la Presidente del Collettivo Vionnet, Renata Prado, che ha ringraziato prima di tutto l’Amministrazione, le Aziende che hanno sponsorizzato l’evento, tutti i designer che hanno accettato di partecipare a questa seconda edizione, e tutti coloro i quali a vario titolo hanno collaborato per la buona riuscita di questa manifestazione che sta davvero crescendo in maniera esponenziale.
Non va dimenticato che in apertura di serata è stato fatto un lungo applauso in ricordo di Laura Biagiotti, scomparsa proprio nella giornata di venerdì, ed è stato riservato uno spazio alla moderatrice della conferenza svoltasi il giorno prima a Sala Dante del Teatro Tina Di Lorenzo, “Wings of Fashion”: Marie Claire Ocera, e il relatore Giacomo Marletta. Inoltre un giovanissimo netino, Angelo Patti ha avuto l’opportunità di presentare il suo progetto di scarpa, un sandalo con gambale realizzato con la pianta del fico d’India, e di sedia per “ospiti indesiderati”, che hanno davvero molto incuriosito.
Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: