NOTO, DOMENICA AL TINA DI LORENZO ULTIMO APPUNTAMENTO CON “IL MESE DEL DOCUMENTARIO”

Dopo la pausa dettata dal fine settimana dedicato all’Infiorata tornano al Teatro Tina Di Lorenzo di Noto le proiezioni dei film candidati al Doc/it Professional Awards, il più importante premio di categoria italiano, a cui dopo la selezione di una giuria qualificata stanno concorrendo in 5. Tra i giurati, come si ricorderà, anche il Collettivo cinematografico FrameOff di Noto, una delle 14 città, in Italia ed in Europa, che sta ospitando le proiezioni dei film dalla fine di aprile per un intero mese, il Mese del Documentario appunto. Si è alle ultime battute del concorso che vedrà il suo momento conclusivo con la premiazione, prevista a Roma la prossima settimana; un grande successo in termini di pubblico e di gradimento a Noto, grazie alla formula voluta dagli organizzatori di prevedere un riconoscimento anche per il film più votato dal pubblico, un pubblico eterogeneo ed internazionale che adesso siamo davvero curiosi di scoprire come avrà votato. Appuntamento a domenica 24 maggio alle ore 21 al Tina Di Lorenzo sarà la volta del quinto ed ultimo film in concorso che si preannuncia altrettanto interessante: “Dove si finisce quando si muore? Sottoterra, ci hanno sempre insegnato. “Dal Profondo” ribalta le prospettive mostrando come 500 metri sotto il livello del mare si nasconda, invece, la vita”, ce lo racconterà Valentina Pedicini, autrice del documentario che narra dell’ultima miniera presente in Italia e dell’unica minatrice italiana, Patrizia. La regista ha vissuto accanto a loro per tre mesi, rischiando anche la vita durante una frana, per portare alla luce le storie di un lavoro pericoloso, ormai desueto e popolato unicamente da uomini, 150, ad eccezione, appunto, di Patrizia. Presentato in anteprima mondiale al Festival di Roma e vincitore di numerosi riconoscimenti, dopo la proiezione di  Noto, sarà a Berlino per poi attendere i verdetti della giuria e l’assegnazione dei vari riconoscimenti de “Il mese del Documentario”.
Emanuela Volcan
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: