Noto, convegno con Coinfcooperative per illustrare le opportunità del territorio

Noto (13710/2016) – Venerdì 14 ottobre alle ore 10.30 nella sala conferenze del Convitto Ragusa si terrà il convegno, patrocinato dal Comune di Noto, organizzato e promosso dall’ Associazione di categoria del movimento Cooperativo (Confcooperative Sicilia) in collaborazione con la Cooperativa O.R.O., sulle opportunità previste dalla misura “Cultura Crea”.

Con il DM 11 maggio 2016 il Ministero dei Beni culturali ha stanziato 114 milioni di euro per sostenere la filiera culturale e creativa, rafforzare la competitività delle micro, piccole e medie imprese, e sviluppare il settore produttivo collegato al patrimonio culturale italiano al Sud.

Il Bando Cultura Crea è destinato a tal fine alle imprese che producono contenuti culturali, alle imprese direttamente connesse alla fruizione turistico-culturale degli attrattori (cultura, turismo, prodotti tipici e artigianato), ai soggetti del terzo settore coinvolti nella gestione, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Le risorse, pari a 107 milioni di euro, saranno ripartite su tre linee di intervento.

Rispettivamente:
– 41,7 milioni per la creazione di nuove imprese dell’industria culturale e creativa che promuovano l’innovazione, lo sviluppo tecnologico e la creatività;
– 37,8 milioni di euro per lo sviluppo delle imprese dell’industria culturale, turistica e manifatturiera;
– 27,4 milioni di euro per il sostegno alle imprese del terzo settore attive nell’industria culturale turistica e manifatturiera.

I programmi di investimento prevedono la creazione o l’introduzione di prodotti e/o servizi innovativi nei settori della conoscenza e conservazione dei prodotti dell’industria culturale; nella
fruizione che concerne le modalità e gli strumenti innovativi di offerta di beni, i processi innovativi per la gestione – acquisizione, classificazione, valorizzazione, diffusione – del patrimonio culturale e le risorse del territorio; per ultimo nella gestione che prevede lo sviluppo di strumenti e soluzioni applicative in grado di ingegnerizzare le attività di gestione di beni e attività culturali.

I soggetti beneficiari saranno le imprese costituite in forma societaria (comprese le cooperative), da non oltre 36 mesi; team di persone fisiche che intendono avviare un’impresa, da costituire in forma societaria entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

“Considerata la vocazione turistica e culturale del territorio e le potenzialità dell’area della Val di Noto –sostiene l’assessora alla Cultura Pangallo- riteniamo fruttuoso organizzare un evento simile, soprattutto per le ricadute positive che esso può avere nella comunità di riferimento”.

“Considerato che la crescita del territorio siracusano, nel panorama nazionale e globale, sarà frutto imprescindibile del fare sistema di reti e cluster tra soggetti economici (pubblico – privato)-conclude Rindinella, Presidente di Confcooperative Siracusa- vogliamo manifestare ai soggetti e alle istituzioni interessate la nostra piena disponibilità a sostegno dello sviluppo dell’industria culturale, turistica, creativa”.

 

Pubblicità