Il mito di Colapesce all’istituto comprensivo “Costanzo” di Siracusa

Siracusa, 9 giugno 2016 – Il suggestivo mito di Colapesce è rivissuto nella prima sezione della scuola dell’infanzia “Costanzo” di Siracusa, grazie ai bambini che hanno messo in scena la storia del ragazzo che, secondo la leggenda, regge ancora uno dei tre pilastri su cui poggia la nostra isola.

È stata una rappresentazione semplice ma allo tempo stesso articolata, che si è avvalsa di musiche tradizionali, di antichi proverbi siciliani, dialoghi in dialetto, mentre i punti salienti sono stati affidati ad un bambino che fungeva da narratore e che ha usato la lingua italiana.

Colapesce, personaggio amato in ogni tempo, simbolo di un attaccamento alla nostra Sicilia che lo porta a sacrificare se stesso per salvarla, è stato prima conosciuto e poi amato dai bambini, che hanno più volte risposto in coro “Maistà, Maistà, sugnu cca’, sugnu ccà”.

L’importanza della salvaguardia delle nostre tradizioni popolari e della loro valorizzazione è stata sottolineata dal vicesindaco di Siracusa ed assessore alla cultura Francesco Italia, che è stato accolto dalla dottoressa Adriana Mincella. L’assessore Italia si è complimentato con i bambini e con le insegnanti Lucia Falla, autrice dei testi, e Concetta Lanteri.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: