Provincia di Siracusa

Michela Giuffrida, europarlamentare del Pd: “Il risultato ungherese rilanci l’unità nell’UE”

 

Catania (03/10/2016) – “Il mancato raggiungimento del quorum al referendum sulle quote di ripartizione dei migranti in Ungheria dimostra che l’arroganza e l’egoismo non vincono e che non sempre dietro il populismo c’è il popolo. Ma, più che festeggiare, il risultato ungherese faccia riflettere su decisioni non più rinviabili per arrivare prestissimo ad un nuovo concetto di Europa di obiettivi comuni, solidale e senza muri”.

Lo dichiara l’europarlamentare del Pd Michela Giuffrida.  “Non è a colpi di referendum, ne cavalcando nazionalismi che ci fanno paura, che si risolvono i problemi. L’Europa sia inflessibile contro chi persegue queste soluzioni ma al contempo ma attui flessibilità verso chi invece va aiutato, per riguadagnare la fiducia dei cittadini”.

Michela Giuffrida ha poi voluto ricordare le vittime del Canale di Sicilia, al largo di Lampedusa, una delle più gravi stragi di migranti che costò la vita a 386 persone: “La memoria di quella e delle tante altre stragi nel Mediterraneo sia sempre viva non solo oggi, nella giornata dei migranti, ma ogni giorno perché ogni giorno che trascorre senza interventi risolutori e nell’indifferenza dei più costa la vita di tanti uomini, donne e bambini. Lo spirito di accoglienza, di soccorso e di solidarietà dei siciliani siano l’esempio concreto di fatti che vanno oltre le parole”.

Pubblicità