Licata: locale confiscato alla mafia da destinare a ostello della gioventù

Con una direttiva indirizzata ai dirigenti dei dipartimenti Affari Generali, Servizi Sociali, Lavori Pubblici e Finanze, il Commissario Straordinario, Maria Grazia Brandara, ha disposto l’avvio della procedura per la destinare un locale confiscato alla mafia ad Ostello della Gioventù.  Si tratta di un locale ubicato in contrada Pisciotto, a circa otto chilometri dal centro abitato di Licata, composto da piano terra e primo piano, da affidare alla gestione di una cooperativa di tipo B da costituire mediante procedura di evidenza pubblica.  Scopo dell’iniziativa de Commissario è quello di avviare il recupero e la valorizzazione del patrimonio comunale, ed in particolare di quello confiscato alla mafia. Ognuno per la parte della propria competenza, dei dirigenti cui la direttiva è stata indirizzata, dovrà provvedere a rescindere eventuali contratti in essere, che riguardi l’immobile di che trattasi; avviare la procedura per cambiare la destinazione d’uso dell’immobile da quello attuale in ostello per la gioventù entro il termine di venti giorni; predisporre uno schema di convenzione che regoli i rapporti del Comune con la costituenda cooperativa; provveda ad avviare una procedura di evidenza pubblica finalizzata alla costituzione di una cooperativa che abbia come scopo la gestione del bene confiscato da destinare ad ostello della gioventù;  individui ed acquisti gli  arredi necessari all’espletamento dell’attività di gestione entro 40 giorni;  provveda ad effettuare le necessarie manutenzioni ordinarie e straordinarie dell’immobile; provveda a richiedere l’allaccio dei servizi necessari; provveda a tutti gli atti necessari per destinare una quota parte delle risorse della Tassa di soggiorno, da destinare all’acquisto degli arredi necessari al funzionamento della struttura.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: