LICATA: IL COMMISSARIO BRANDARA PRIMO FIRMATARIO CONTRO LA CHIUSURA DEL POLO UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO

     Il Commissario Straordinario del Comune di Licata, Maria Grazia Brandara, nella serata di ieri si  è recata in piazza Sant’Angelo, presso lo stand dell’Associazione “Vivere Licata”,  per apporre, prima fra tutti in città, la firma nella petizione  per dire no alla chiusura del Polo Universitario di Agrigento.

<<La mia – tiene a precisare il Commissario Brandara – non è una formale adesione, ma sostanziale, dovuta al fatto che, come alcuni magari ricorderanno, la sottoscritta all’epoca è stata,  assieme ad altri noti personaggi del mondo politico e culturale agrigentino, tra i promotori del Comitato istituito, con l’obiettivo di sollecitare la creazione di un polo universitario ad Agrigento, per andare incontro alle esigenze di tutti quegli studenti che, una volta raggiunto il diploma di maturità, per ragioni familiari ed anche economici, avrebbero avuto difficoltà ad intraprendere la carriera universitaria. A quella determinazione, siamo giunti dopo un’attenta analisi della situazione generale del territorio, della sua economia, frutto anche di intense giornate di studio. Per cui, perdere ora l’Ateneo di Agrigento, sarebbe una grossa perdita per la nostra provincia, sia dal punto di vista culturale che economico, in quanto oltre a chiedere ulteriori sacrifici a quanti già sono in difficoltà per la crisi generale che attanaglia questo particolare momento storico, provocherebbe anche un trasferimento di risorse economico-finanziarie dalla nostra terra a favore di altri territori, siano essi isolani che nazionali. Da ciò la mia adesione incondizionata  all’iniziativa avviata dall’associazione Vivere Licata, alla quale va il plauso della sottoscritta per l’attenzione rivolta alle problematiche della città, e degli altri gruppi che analogamente stanno operando in provincia per la salvaguardia dell’Ateneo di Agrigento>>. 

 

IMG-20150112-WA0003 IMG-20150112-WA0002

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: