Lettera aperta assessore Grasso al personale e ai volontari di Protezione civile

Siracusa, 10 gennaio 2015- L’assessore Antonio Grasso ha indirizzato una lettera di ringraziamento al personale del servizio di Protezione civile del Comune e ai volontari delle associazioni che operano in città ( A.A.S.,  A.V.C.S.,  A.V.S.A.,  A.N.VV.F.C.,  C.E.S.U.L., CITIZEN CLUB ZEUS,  MISERICORDIA, NUOVA ACROPOLI,  ROSS, CISOM, AGESCI ) per l’impegno profuso durante le emergenze del 5/6/7 novembre e dell’1 gennaio scorso. Scrive Grasso:

“La prontezza e l’impegno dei numerosi volontari delle Associazioni di Protezione Civile, del personale comunale, hanno consentito di ridurre al minimo i notevoli disagi provocati dagli eventi meteo con allerta rossa per rischio idrogeologico del 5/6/7 novembre 2014 e per quelli del 1 gennaio 2015 con forti venti e nevicate, riuscendo a dare soccorso in collaborazione con i Vigili del Fuoco della Provincia di Siracusa per l’eliminazione di pericoli lungo le strade cittadine ed extraurbane del territorio comunale e fornendo assistenza alla popolazione in difficoltà. Durante quelle straordinarie emergenze, infatti, sono stati apprezzati gli innumerevoli interventi che Voi volontari di Protezione Civile avete effettuato, sia per assicurare la pubblica incolumità, sia per soccorrere persone e famiglie rimaste isolate, sia per prestare aiuto e conforto a persone sole o bisognose.  In queste occasioni la popolazione  si è resa conto dell’estrema importanza dell’opera che svolgete: d’altra parte, siamo tutti piacevolmente abituati alla vostra costante presenza nei momenti e nelle circostanze in cui c’è bisogno di aiuto e di soccorso. L’attività che svolgete è tanto più meritoria, in quanto viviamo in una società che sempre di più tende a dimenticare i valori di solidarietà verso gli altri, e a prestare invece attenzione ad atteggiamenti di egoismo e di critica irresponsabile verso tutto e tutti.  E costituisce un esempio per i giovani del nostro paese, che possono cominciare a comprendere e condividere i problemi degli altri, ed impegnarsi in qualcosa di costruttivo e di concreto. Siamo orgogliosi di appartenere a una comunità che è riconosciuta per la capacità di dare, di essere presenti e solidali nelle situazioni di fragilità sociali e ambientali”.

Conclude Grasso: “Un sentito ringraziamento, per il mio tramite, vi giunge anche dalla Questura per le attività svolte in occasione della traslazione del corpo di Santa Lucia. In quei giorni l’elevato impegno e l’assoluta dedizione evidenziati si sono rivelati indispensabili: senza di essi,infatti, non si sarebbe potuto perseguire l’ottimo risultato raggiunto”.

 

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.