LAVORATORI EX PIRELLI-SOTIS, ZAPPULLA: “LA RISPOSTA DEL MINISTERO DEL LAVORO IMPONE UN PIANO URGENTE DI STABILIZZAZIONE. IL SINDACO GAROZZO CONVOCHI URGENTEMENTE PARTI SOCIALI E LAVORATORI”

“In questi giorni ho ricevuto la risposta dal Ministero del lavoro alla mia specifica interrogazione parlamentare  presentata per sollecitare il pagamento della cigs e per concretizzare un piano finalizzato  alla soluzione occupazionale strutturale degli oramai 18 lavoratori Pirelli ex Sotis Cavi di Siracusa impegnati da anni in lavori socialmente utili con il Comune di Siracusa. Dalla risposta e dall’incontro che, nella giornata di ieri, ho avuto con il Sottosegretario al Lavoro, Teresa Bellanova, vengono confermati i timori e le preoccupazioni ampiamente conosciuti dai lavoratori. 
La pratica Cigs relativa al 2014 è all’attenzione del ministero e, se la documentazione verrà verificata corretta e completa, entro il prossimo mese di novembre dovrebbe venire fuori il decreto di pagamento. Aspetto questo importantissimo atto per rispondere alle sacrosante e legittime richieste dei lavoratori che da mesi non percepiscono alcun reddito. Mentre rimane davvero avvolto nel mistero il futuro a partire dal 2015. E questo  alla luce dell’esaurirsi della copertura della cassa integrazione speciale anche  a seguito della riforma degli ammortizzatosi sociali già presentata dal governo Renzi. 
Si impone, a mio avviso, una sterzata e una fortissima accelerazione del processo di stabilizzazione da parte del Comune di Siracusa. Chiedo pertanto con carattere di obiettiva urgenza al sindaco Garozzo di convocare le parti sociali e gli stessi lavoratori per definire e concordare entro il mese di dicembre prossimo un piano serio e credibile di stabilizzazione. Solo in presenza, infatti, di una intesa e di un progetto serio sarà possibile chiedere, con qualche concreta possibilità di successo, al governo regionale e a quello nazionale il sostegno ulteriore per accompagnare la piena attuazione del piano stesso”.