L’allerta meteo ha funzionato: forte temporale nella notte e danni materiali

DUE ALBERI ABBATTUTI ALL’ISTITUTO  MATTEI DI AVOLA

Una notte da incubo nella zona sud della provincia di Siracusa. La pioggia che era iniziata a cadere verso le 22, nella notte (soprattutto dalle 2) si è trasformata in  temporale con forti raffiche di vento. Ha allagato strade e campagne mentre il vento sferzava alberi e cartellonistica stradale. Le imposte delle abitazioni hanno resistito, qualche vaso e qualche cornicione è caduto andando in frantumi. Allertati da tempo le squadre di soccorso dei Comuni, sin dalle prime luci dell’alba si sono rese operative e hanno iniziato i primi interventi. Hanno messo in sicurezza le strade ostruite da alberi abbattuti e dalla cartellonistica stradale. Penalizzata la viabilità. La chiusura delle scuole e di tanti uffici pubblici ha visto ridotta la circolazione dei mezzi sulle strade provinciali e comunali. I danni materiali sono consistenti ma non irreparabili. Nella zona del pachinese le coperture delle serre sono state distrutte con danni notevoli alle colture. Diversi i muri di recinzione danneggiati  che hanno compromesso la circolazione. Ad Avola molte le recinzioni in muratura che sono state abbattute dal forte vento. All’istituto superiore scolastico Enrico Mattei di Via Labriola due grossi pini sono stati sradicati e si sono  accasciati sull’asfalto dopo aver distrutto una ventina di metri dell’inferriata di recinzione. Gli operai del Comune sono intervenuti tempestivamente mettendo in sicurezza la zona e chiudendo al traffico quel tratto di strada urbana. Probabilmente la scuola “ragioneria” rimarrà chiusa anche domani per permettere la rimozione in sicurezza degli alberi e la sistemazione dell’area di accesso i cui lavori sono di competenza della Provincia Regionale che proprio in questo periodo naviga in acque ancora più agitate per la paventata soppressione (…ma le Province sono state abolite o no in Sicilia ?  Quando servono vengono resuscitate, quando non capita nulla si ricordano col de profundis di ex). Altri alberi sono stati recintati. Nella piazza centrale, il tronco di una palma è stato isolato con delle transenne per il rischio di crollo. Tanti i danni materiali. Fortunatamente l’allerta meteo diramato ieri sta funzionando e l’opera di prevenzione messa in atto dagli enti pubblici e da tanti cittadini ha limitato le conseguenza, facendo registrare oggi una riduzione  di danni soprattutto alle persone. La macchina del pronto intervento ha marciato in maniera coordinata. Tanti gli interventi dei vigili del fuoco, soprattutto per eliminare  pericoli a seguito di crolli o per i tanti scantinati allagati. Gli uffici della protezione civile provinciale hanno coordinato le squadre nel territorio coinvolgendo anche i volontari. Pattugliamenti strategici delle squadre della polizia stradale e dei vigili urbani dei comuni. Tante le chiamate  alle centrali operative dei servizi di soccorso. In alcune zone è saltata l’energia elettrica e le squadre dell’Enel stanno cercando di ripristinarla. Il peggio è passato anche se in giornata sono previste altre piogge, mentre da domani  il maltempo dovrebbe allentare la morsa in tutta la zona orientale della Sicilia.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Andrea  Bologna

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: