“La psicoterapia della Gestalt al passo coi tempi” Un convegno a Palermo con il decano Dan Bloom Operatori a confronto sul testo-guida “Gestalt Therapy” a 58 anni dalla sua pubblicazione. Organizza l’Istituto “HCC Italy” della ricercatrice siciliana Spagnuolo Lobb

Il mondo della Gestalt in attesa per l’importante convegno di studio previsto per venerdì 1 e sabato 2 febbraio a Palermo, organizzato dall’Istituto di Gestalt HCC Italy, diretto dalla ricercatrice siciliana Margherita Spagnuolo Lobb. L’appuntamento, che si terrà al Mondello Palace Hotel sempre in orario 10-18, sarà cruciale per il settore perché, assieme al decano americano Dan Bloom, studiosi e terapeuti faranno il punto sullo stato dell’arte a oltre mezzo secolo di distanza dalla pubblicazione del testo-guida Gestalt Therapy, firmato dai padri fondatori del metodo Frederick Perls, Ralph Hefferline e Paul Goodman.
Il mondo cambia e, con lui, la psicoterapia. Quali sono le domande dei pazienti contemporanei? Risponde Spagnuolo Lobb: “Viviamo in una collettività sempre più desensibilizzata e violenta. I traumi frequenti (sperimentati in modo diretto o mediato) e le condizioni difficili della nostra società minacciano il senso di sicurezza delle persone, che stentano a sintonizzarsi sulle emozioni (proprie e altrui) e creano campi esperienziali in cui vigono paura e aggressività, agita o subita. Queste esperienze arrivano oggi come nuove istanze-emergenze negli studi degli psicoterapeuti”.
Eppure oggi più che mai è vero che, come si legge sul manifesto dell’evento, si può far crescere solo ciò che si ama. Diventa dunque urgente, per chi lo considera strumento ottimale di ripristino di equilibri a rischio, integrare e riattualizzare il metodo. Spiega lo statunitense Dan Bloom: “I concetti fondamentali del testo Gestalt Therapy restano geniali, ma per vari motivi le loro potenzialità sono rimaste poco sviluppate. Questo vuoto da un lato è stato da molti riempito con altre teorie, dall’altro non ha consentito un’evoluzione strutturata”. Con questo seminario, rivolto a medici e psicoterapeuti di tutti gli approcci, l’Istituto di Gestalt HCC Italy ha inteso dunque offrire un luogo dialogico ed esperienziale per una critica costruttiva a questi concetti, al fine di migliorarne la didattica e la fruizione clinica.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: