La Noto-Pachino sarà riaperta a maggio

La strada provinciale Noto-Pachino sarà riaperta a maggio e non dopo cinque mesi come aveva annunciato il Libero Consorzio Comunale di Siracusa.

Finiranno dunque prima i lavori per la realizzazione della bretella che collegherà la Sp19 allo svincolo autostradale.

A darne notizia è l’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera.

“Ho parlato con il collega Marco Falcone – ha detto Bandiera – il quale mi ha assicurato che i lavori verranno fatti nella maniera più rapida possibile“.

“La settimana prossima – conclude Bandiera – faremo un sopralluogo insieme per lavorare ulteriormente ad individuare ipotesi operative che possano mitigare il notevole disagio”.

LE REAZIONI POLITICHE

Stessa rassicurazione anche dalla deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata.

“I lavori – ha spiegato Cannata – termineranno, come da contratto, il 4 maggio, limitando a poco più di due mesi la chiusura della Sp 19″.

“Un errore di comunicazione l’individuazione in 5 mesi della chiusura dell’arteria in questione – prosegue Cannata -. Il VII settore Viabilità del Libero consorzio di Siracusa procederà a una rettifica dell’ordinanza”.

Anche il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, conferma che “quel tratto di Sp 19 Noto-Pachino sarà riaperto entro il 4 maggio, così da non penalizzare la stagione estiva”.

L’onorevole Giovanni Cafeo, Ssgretario della terza Commissione all’Ars sulle Attività Produttive, convocherà i vertici del Cas e della ditta che sta eseguendo i lavori.

“Chiederemo all’azienda di offrire certezze sull’impegno profuso per realizzare in tempo l’opera”, ha annunciato Cafeo.

“Al Cas e all’assessore Falcone – conclude Cafeo – chiederemo invece di verificare in tempo reale eventuali problemi e disservizi”.

A chiedere il rispetto della data di consegna sono i portavoce M5S Paolo Ficara, Filippo Scerra e Stefano Zito.

“Bisogna adesso vigilare affinché i tempi di completamento lavori siano davvero rispettati”, hanno scritto.

LE ASSOCIAZIONI

Intanto si era alzato il coro di no per la chiusura della strada provinciale Noto-Pachino.

La Pro Loco e il Cenaco di e l’associazione commercianti e artigiani di Pachino hanno chiesto un incontro al Prefetto vista l’estrema gravità della situazione.

“Inutile ribadire quanto fondamentale sia quella strada per l’accesso alle zone balneari del sud della provincia  dove gli operatori del settore e i tour operator hanno già avviato la programmazione per la stagione 2020”.

A esprimere preoccupazione Gianpaolo Miceli, coordinatore regionale di CNA Balneari e il presidente regionale Guglielmo Pacchione.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: