La conferenza dei servizi rigetta il progetto esecutivo del Lungomare Alfeo e invita il sindaco a emanare provvedimenti di interdizione alla fruibilità

Pubblicità

La conferenza dei servizi riunitasi per discutere l’approvazione o meno del progetto esecutivo dei lavori di consolidamento del Lungomare Alfeo a Siracusa, relativamente alle “Disposizioni per la ricostruzione e la rinascita delle zone colpite dagli eventi sismici del dicembre del 1990 nella provincia di Siracusa, Catania e Ragusa”, ha ritenuto di non approvare il progetto esecutivo esaminato.

Pubblicità

La commissione ha trovato infatti difformità urbanistiche in merito al piano particolareggiato, mancato approfondimento delle condizioni di staticità degli sbalzi e conseguenti eventuali interventi di consolidamento ed adeguamento. Per tali motivi quindi il progetto non è stato approvato ed anzi i membri della conferenza dei servizi hanno invitato il sindaco Giancarlo Garozzo ad emanare urgentemente provvedimenti di interdizione alla fruibilità degli sbalzi al fine di tutelare la pubblica incolumità e garantire la sicurezza urbana.

La conferenza dei servizi era composta dal Rup Paolo Rizzo, dal segretario verbalizzante Franca Merlino, dai progettisti Mario Rizza, Luigi Bonuso, Calandrino in qualità di delegato dal Dirigente del settore Natale Borgione, Giuseppe Piccione per il Servizio Genio civile di Siracusa, Carmelo Insigna della Capitaneria di Porto di Siracusa,  Paolo Impelluso del Dipartimento Protezione Civile, e da Muzzicato che ha rappresentato Italgas Spa.

Pubblicità