La Cisl contro la chiusura dell’INPS di Augusta. “Significa penalizzare i cittadini”

I rappresentanti della Cisl Paolo Sanzaro segretario generale della Cisl Ragusa Siracusa, Sebastiano Spagna segretario generale della FNP, e Daniele Passanisi, segretario generale della FP territoriale in una dichiarazione congiunta criticano ed attaccano la chiusura dell’INPS di Augusta. “ Chiudere completamente il presidio Inps ad Augusta significa costringere anziani, disabili, indigenti e cittadini in genere a spostarsi con mezzi propri verso Lentini o verso Siracusa, per qualunque necessità legata all’INPS. – dichiarano – Tante le perplessità legate a questa ritorsiva determina, prima fra tutte quelle legate al fatto che in tutta la Sicilia solo Augusta viene chiusa. – scrivono i tre segretari – L’INPS dice che la colpa è del comune che non ha, fino ad oggi messo a disposizione locali idonei al collocamento di un Punto Inps, il comune dice che non è così ed in questo rimpallo di responsabilità, intanto, la gente di Augusta resta senza alcun presidio INPS”.

Paolo Sanzaro ricorda i troppi scippi subiti dal territorio e richiama tutti alla responsabilità.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: