L’ INBAR Siracusa aderisce al STRIKE GLOBAL FOR FUTURE.

La lezione di educazione ambientale agli studenti delle prime e terze classi del nautico e dell’alberghiero che si è tenuta presso la sala Ferruzza Romano

del consorzio plemmirio è voluta essere l’Avamposto dello STRIKE GLOBAL FOR FUTURE

che l’Istituto Nazionale di Bioarchitettura Siracusa ha realizzato in sinergia con il consorzio plemmirio, il Libero consorzio comunale e il CUA. Grazie a questo incontro con l’INBAR Siracusa, che ha impegnato i ragazzi tutta la mezza giornata, è affrontato  in maniera multidisciplinare “il cambiamento climatico” con i temi ambientali dell’inquinamento dei mari, del suolo e

dell”atmosfera dal punto di vista di una nuova economia che guardi alle fonti di energia rinnovali e all’eliminazione degli scarti nel processo di produzione. A fare da filo conduttore l’Agenda 2030 dell’ONU con i 17 Goals e l’incipit della giovane svedese Greta Thunberg “non c’è più tempo occorre agire ora per la salvezza della specie umana”. Lo sciopero mondiale del 15 di marzo vedrà milioni di studenti disertare la scuola per scendere in piazzare e marciare per

il loro futuro con la richiesta di abbandonare quanto fino ad ora ha messo a rischio la vita, la salute e la biodiversità a livello planetario. Una grande occasione di mobilitazione anche per Siracusa che  spontaneamente ha già aderito alla manifestazione. “Se la nostra azione sarà servita per rendere un po’ più consapevoli i ragazzi che abbiamo incontrato stamattina nei “percorsi di bioarchitettura -salviamo il Pianeta dai cambiamenti climatici” a scioperare, allora

saremo soddisfatti del l’impegno e della passione che mettiamo nel nostro lavoro di tutti i giorni- questo il commento del presidente dell”INBAR Siracusa Massimo Gozzo.