|DIRETTA| Regione, azzeramento di giunta e mozione di sfiducia: ore cruciali per il Governo!

19:50 Sono salite a 40 le 26 firme del Centrodestra. Mancherebbero 6 firme per arrivare a 46, firme che il Centrodestra sta cercando tra i delusi del PD. Ricordiamo infatti che, essendo i deputati 90, con 46 voti passa la sfiducia. E’ comunque assai improbabile che passi. Intanto ricordiamo che domani anche il M5S presenterà la sua sfiducia.

Spicola (PDSicilia): “soddisfazione per azzeramento, ma non sia il ballo della quadriglia!!” E poi prosegue: “Avendo noi proposto l’azzeramento da tempo non posso che essere soddisfatta. Ci sono già frenetici scambi, dichiarazioni incontri sul dopo. Io spero che tutti questi uomini di navigati trascorsi politici interpretino come noi il senso di quest’azzeramento: ci vuole un progetto condiviso e un cambio di verso che non sia solo la parola. I problemi della Sicilia li conosciamo tutti. Quello che mi auguro è un cambio di metodo nell’affrontarli, o meglio, che ci sia la volontà di affrontarli sul serio!”

19:27 Salta anche l’elezione del Vicepresidente dell’assemblea, anche questo nel calderone dei posti da assegnare. Intanto corrono le prime dichiarazioni. Speranzoso Gucciardi: “C’è intesa e c’è la speranza di una nuova rinascita. Auspichiamo un nuovo governo più proficuo e più compatto”. Cordaro, dalla parte opposta, non risparmia critiche: “Crocetta è il peggior presidente della storia della Sicilia!!” E sull’azzeramento: “Ma il problema non sono gli assessori, il problema è Crocetta!! Cambiando gli addendi il risultato non cambia!!”

Gibiino, membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia e coordinatore del movimento azzurro in Sicilia.“La mozione di sfiducia nei confronti del governo del Pd e del suo presidente Crocetta, rappresenta una grande opportunità per la nostra Sicilia, l’occasione per fare della nostra terra la California d’Europa, per  tornare a crescere e dare un futuro ai nostri giovani. L’immobilismo dei democratici di questi ultimi due anni, ha devastato l’isola contribuendo fortemente alla perdita di posti di lavoro, alla chiusura di migliaia di piccole e medie imprese”.

18:54  Crocetta comunica l’azzeramento della Giunta. Intanto le forze di opposizione,  coalizzate, hanno consegnato la mozione di sfiducia. Falcone (capogruppo FI): “Abbiamo depositato la mozione di sfiducia nei confronti del governatore Crocetta. Un atto politico molto forte, che segue di pochi minuti l’azzeramento della giunta regionale da parte del governatore e che vede la compattezza del centrodestra. Ci sono 25 firme di tutti i gruppi, Forza Italia, Lista Musumeci, Cantiere popolare, Mpa, Ncd e Misto (Fazio). Consentiamo ora ad altri gruppi di seguire il nostro atto, forte e importante. Dopo due anni di malgoverno e spaventato da quello che sarebbe stato l’esito della mozione di censura all’assessore Scilabra, Crocetta ha alzato le braccia, ammettendo un insuccesso chiaro da tempo ai siciliani – prosegue Falcone –. Si tratta di una pesante sconfitta per la maggioranza e per il governatore, un’importante vittoria per Forza Italia, protagonista di una battaglia nel nome della coerenza e della concretezza”. Anche M5s domani presenterà la sua sfiducia.

Zafarana: “Abbiamo anche proposto la sfiducia a Patrizia Monterosso: la pubblica amministrazione siciliana non funziona”.

18:04 Tra i corridoi Crocetta avrebbe detto ai suoi più stretti collaboratori: “Calleri e Borsellino non si toccano!” Intanto la Borsellino sarebbe sempre più vicina ad un incarico presso il Ministero della salute o addirittura ad un sottosegretariato nel Governo Renzi!

17:54 Pare che ad essere a rischio potrebbe essere la Stancheris. Al suo posto subentrerebbe il cuperliano Franco La Torre, figlio di Pio La Torre!

17:30 Crocetta soddisfatto della propria decisione e ottimista. Intanto Del Rio atteso per venerdì a Palermo potrebbe suggerire i nomi renziani al Presidente. Una cosa è certa: Crocetta vuole chiudere la vicenda in pochi giorni e addirittura in poche ore!

17:50 Sono intanto giunti tutti gli assessori. Presente anche la Monterosso, appena  arrivata con un aereo dopo 10 ore di riunione al Ministero dello Sviluppo Economico per la questione ENI. Il segretario generale si appresta a prendere nel suo ufficio l’incartamento per presenziare la Giunta

17:46: Anche la Vancheri sarebbe tra le confermate!

17:45: La tensione si taglia col coltello!! Traspare in alcuni visi degli assessori presenti la paura di non essere riconfermati!!

17:31: Sta per iniziare la Giunta; il Presidente prenderà in carica ad interim tutte le rubriche. Prevista dopo la giunta la riunione dei capigruppo. Intanto da voci di corridoio apprendiamo che Giambattista Coltraro ha deciso di lasciare il Megafono e di aderie ad Articoo 4!!

17:05 Polemiche. Foti (M5S): “Il presidente ha cambiato idea sull’azzeramento della giunta, tra una trasmissione televisiva e un’altra. Cosa è successo a Roma? Il centrodestra ha presentato la mozione? Noi abbiamo persino organizzato lo Sfiducia day, e stiamo cercando le firme dei colleghi”.

16:40: la giunta è stata posticipata alle 17:15… ma molto probabilmente slitterà ulteriormente… Intanto c’è tensione. I rappresentanti dell’opposizione non ci stanno. Falcone (Forza Italia): “Abbiamo pronta la mozione di sfiducia a Crocetta. La stiamo per depositare alla Segreteria generale. Così poniamo fine a questa pagliacciata”. Incalza anche Cancellieri: “Non mi riconosco in questo presidente!”. 

16:30  Ore cruciali per il Governo Crocetta. Come è noto era fissata per oggi alle 16 il voto di censura alle assessore Scilabra e Vancheri ma salta tutto. A quanto pare, dopo una lunga notte di colloqui a Roma, sarebbe stata trovata la quadra con i vertici del PD ed il Governatore dunque, una volta tornato a Palermo, ha convocato  il vertice di maggioranza. Sul tavolo l’azzeramento della giunta e la formazione del nuovo governo Crocetta. Annullato quindi, su proposta di Ardizzone, l’ordine del giorno sul voto di censura. Pare che tra le due assessore l’unica finora ad essere sicura sia la Scilabra, che però potrebbe cambiare rubrica. “Azzero la giunta e discuto di tutto con gli alleati. – così dichiarava ieri in tarda serata il Governatore all’agenzia ANSA – E chi parla di azzeramento tecnico o di qualche cambio sbaglia: non può essere un accordo di potere, sarà una intesa programmatica su una serie di riforme sia col Pd sia col resto dei partiti di coalizione “

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: