Incursione in zona Pantanelli, arrestato un extracomunitario e 4 espulsi

Incursione in zona Pantanelli, la Polizia di Siracusa ieri ha monitorato il fenomeno dell’immigrazione irregolare in città svolgendo un’attività di prevenzione.

Gli agenti hanno controllato l’area di parcheggio ubicato in via Mazzanti, uno stabile in disuso sito in viale Tica, la stazione ferroviaria e l’area delle Ferrovie dello Stato  “Pantanelli” ove si trovano vagoni ferroviari in disuso.

Controllato il capolinea degli autobus sito in corso Umberto, l’area dell’ex tribunale e, infine, il Foro Siracusano (“Villini”).

Incursione in zona Pantanelli

Sono state controllate ed identificate 35 persone,  di cui 30 extracomunitari,  durante l’incursione in zona Pantanelli.

Per 4 cittadini extracomunitari, dopo tutti gli accertamenti, è stato disposto il provvedimento di espulsione.

In particolare, per un nigeriano e per due egiziani e un marocchino è stato disposto l’accompagnamento presso il C.P.R..

Il somalo Abdullahi Hassan Hassan, di 31 anni, è stato arrestato.

Deve espiare la pena della detenzione di 1 anno, tre mesi e 18 giorni per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un cittadino del Togo è stato segnalato alla competente Autorità Amministrativa poiché trovato in possesso di 2,48 grammi di marijuana.

La Polizia di Augusta hanno segnalato alla competente Autorità Amministrativa due giovani, di 26 e di 27 anni, residenti a Ramacca ( CT).

I giovani sono trovati in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente.

Continua, pertanto, l’attività della Polizia di Stato che rappresenta per il nostro territorio un vero punto di riferimento per tutti i cittadini.

Quest’ultimi richiedono più sicurezza anche a seguito di ciò che accade spesse volte.

Ieri l’altro abbiamo assistito ad una serie di incendi, uno a Eloro.

Ingenti sono stati i danni causati alle auto in sosta in un parcheggio.

Ci auguriamo che il lavoro incessante dei Poliziotti possa portare servire da deterrente per i malviventi malintenzionati.

 

Sebi Roccaro

Pubblicità