E’ guerra politica tra Cannata e l’ex ministro Prestigiacomo. Al sindaco di Avola non piacciono le scelte dall’alto

E’ rottura nel partito politico di Forza Italia almeno per quanto riguarda la provincia di Siracusa. Il sindaco Luca Cannata non ha infatti digerito le scelte verticistiche del partito che hanno di fatto escluso i fratelli “Cannata” inserendo invece il deputato regionale Pippo Gennuso.

I nomi sono quelli della stessa Prestigiacomo nel plurinominale (l’ex ministro correrà anche a Messina), Nicoletta Piazzese all’uninominale, mentre per il Senato il nome forte è quello dell’ex Sovrintendente di Siracusa, Mariella Muti. Nel collegio di Avola i nomi invece sarebbero quelli di Daniela Armenia, nuora di Gennuso e del Senatore uscente Bruno Alicata.

“La gente è stufa dei vecchi metodi verticistici e lontani dal confronto con il territorio. C’è bisogno di un vero cambiamento nel fare politica. Con le candidature di Forza Italia al momento sul tavolo, l’elettorato dei “Cannata” non si sente coinvolto e non si rivede nelle decisioni prese in vista delle elezioni politiche del 4 marzo“ ha dichiarato il sindaco di Avola il quale “minaccia” i vertici del partito affermando: “È un’operazione a perdere tutto ciò che non prevede la partecipazione di tutti ed è dunque palese che il nostro elettorato attende segnali di coinvolgimento e di discontinuità altrimenti si comporterà di conseguenza”

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: