Giro di vite a ferragosto. I carabinieri arrestato 4 persone, ne denunciano 2 e registrano 50 contravvenzioni

Un ferragosto all’insegna della sicurezza quello attivato dai militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa, su precise disposizioni del Comandante, Colonnello Luigi Grasso, che ha visto impegnati nella giornata di ferragosto oltre 100 militari e più di 50 pattuglie su tutto il territorio della provincia.

Nel corso delle attività i Carabinieri della Tenenza di Floridia hanno tratto in arresto per violazione degli obblighi previsti dalla sorveglianza speciale con obbligo di dimora Ranno Sebastiano, siracusano di 31 anni, disoccupato e pregiudicato per svariati reati di evasione e furto.

A Carlentini, i militari della locale Stazione traevano in arresto un uomo di 38 anni poiché, dinanzi la presenza dei figli minori, percuoteva e minacciava la propria moglie convivente procurandole lesioni successivamente giudicate guaribili dai sanitari dell’ospedale di Lentini in 15 giorni.

In occasione dei festeggiamenti del ferragosto organizzati in località Agnone Bagni, i militari del locale posto fisso Stagionale hanno intercettato fra la folla Milone Antonino, di 35 anni, nullafacente e pregiudicato, ricercato dal precedente giugno poiché destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica di Catania che lo riconosce colpevole di molteplici reati predatori commessi in Lentini  nel periodo intercorso tra l’anno 1998 e 2006.

Inoltre i militari della Compagnia di Augusta hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento della misura degli arresti domiciliari con quella più afflittiva della custodia in carcere presso il Cavadonna di Siracusa nei confronti di Lanzafame Antonino che è stato individuato, nonostante già sottoposto agli arresti domiciliari, in un parcheggio pubblico in evidente stato di agitazione, mentre brandeggiava un coltello da cucina della lunghezza complessiva di 40 cm inveendo animatamente nei confronti dei condomini della palazzina attigua alla propria.

Durante l’attività inoltre i militari hanno provveduto al controllo di oltre 350 veicoli e all’identificazione di circa 580 persone; nel corso della specifica attività sono state elevate più di 50 contravvenzioni per comportamenti in violazione del Codice della Strada; nel corso delle numerose perquisizioni effettuate a giovani frequentatori dei locali estivi, ben 12, compresi tra i 17 e 25 anni, sono stati segnalati alla Prefettura di Siracusa per uso personale di droghe leggere e più di 20 grammi tra marijuana e hashish sono stati sequestrati dai Carabinieri.

Controllati anche numerose attività commerciali, tra cui tre lidi sulla costa della provincia, soprattutto a tutela dei turisti che in questo periodo ne rappresentano la maggiore clientela: in particolare i Carabinieri della Stazione di Portopalo di Capo Passero e del NAS di Ragusa hanno proceduto a mirati controlli nei confronti di alcuni esercizi commerciali insistenti nel territorio al fine di verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie di settore e la regolarità delle previste autorizzazioni amministrative. Dei vari bar e ristoranti ispezionati, in una pizzeria sono state riscontrate gravi irregolarità nella normativa di settore che hanno portato alla chiusura della cucina dell’attività di ristorazione essendo emerse gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali dei locali.

I servizi di controllo del territorio e agli esercizi pubblici da parte dei militari del Comando Provinciale e dei Reparti speciali dell’Arma continueranno per tutto il periodo estivo al fine di garantire la sicurezza e la serenità nella provincia a tutti i vacanzieri e ai cittadini.

Pubblicità