Garozzo: “Crocetta afflitto dalla malattia della demagogia”!

“Le dichiarazioni di totale sfiducia nei confronti di Baccei da parte di Crocetta, rischiano di aprire l’orizzonte alle elezioni anticipate. La sensazione è che si sia rotto l’accordo che sta alla base del Crocetta ter”. Così Garozzo

Regione, 16 ottobre 2015 – Sui conti della Regione e le scelte del governatore Rosario Crocetta si esprime  il sindaco di Siracusa e dirigente nazionale del Pd. Giancarlo Garozzo.

L’assessore Alessandro Baccei, attraverso precisi correttivi e una attenta spending review è riuscito a salvare i conti della Regione. Nel 2015, quando grazie al concorso del governo guidato da Matteo Renzi furono salvati i conti della Regione, si acconsentì a utilizzare per pagare gli stipendi una parte delle risorse destinate agli investimenti. Questa strada per il 2016 non è più percorribile per due ragioni: la prima è che lo sviluppo della Sicilia non può più attendere; la seconda è che purtroppo il presidente della Regione, e in questo si è distinto, ha dato scarsa prova di sé in alcuni passaggi importanti e sui quali c’era grande attenzione. Mi riferisco alla riforma delle Province o alla legge sull’acqua pubblica, sulla quale i rilievi di incostituzionalità sollevati da Roma rimandano alle stesse perplessità espresse dell’assessore Vania Contraffatto; dubbi non ascoltati perché si decise di percorrere la strada della demagogia, malattia che affligge il governatore e qualche parlamentare all’Ars. Se il gioco è scaricare sul governo nazionale colpe che sono di altri, noi prendiamo le distanze. Piuttosto, le dichiarazioni di totale sfiducia nei confronti di Baccei da parte di Crocetta, rischiano di aprire l’orizzonte alle elezioni anticipate. La sensazione è che si sia rotto l’accordo che sta alla base del Crocetta ter e che si stia giocando una partita stucchevole e demagogica nei confronti del governo nazionale che, fino ad oggi, a differenza di quello regionale, ha sempre dimostrato sobrietà e serietà”.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: