FRANCOFONTE (SR). SPINTONATI A TERRA PER IMPOSSESSARSI DI UN TELEFONO CELLULARE: I CARABINIERI ARRESTANO L’AGGRESSORE TRENTACINQUENNE

Alta è l’attenzione dei Carabinieri nei comuni più delicati della provincia; un’attenzione espressa con intensificati controlli del territorio grazie ad una costante presenza di pattuglie di prevenzione che in caso di richieste di aiuto del cittadino possano immediatamente soccorrere i malcapitati ed assicurare alla giustizia i rei. È quello che si è verificato ieri sera nel comune di Francofonte allorquando, a seguito di una segnalazione di rapina, I Carabinieri della locale Stazione hanno prestato il primo soccorso alle vittime e tratto in arresto in flagranza di reato un 35enne, pregiudicato.

Infatti, lungo una via di quella cittadina, Arceri Gaetano, dopo essersi impossessato di un pregiato telefono cellulare, al fine di guadagnarsi la fuga spintonava un giovane, proprietario del telefonino, nonché la madre di quest’ultimo, facendoli cadere a terra. I militari dell’Arma già in servizio di pronto intervento sul territorio, grazie alla descrizione fornita dagli stessi, si sono messi alla ricerca del malfattore, rintracciandolo, poco dopo, ancora in possesso della refurtiva che successivamente è stata restituita all’avente diritto.

L’uomo veniva dichiarato in stato di arresto per il reato di rapina e, dopo le operazioni di rito, posto agli arresti domiciliari.