Francofonte: Riavviano l’attività al caseificio nonostante i sequestri

I titolare di un caseificio di Francofonte avevano riavviata l’attività di produzione dei propri prodotti nonostante la struttura fosse stata posta sotto sequestro lo scorso mese di dicembre.

La struttura era stata posta sotto sequestro perchè dai controlli era emerso che i laboratori erano  in gravi carenze igieniche e senza autorizzazione.

I due titolari, marito e moglie, però hanno pensato bene di violare i sequestri e continuare la produzione.

Effettuate tutte le verifiche ed il sopralluogo nel fatiscente laboratorio i Carabinieri si sono visti costretti a denunciare all’Autorità Giudiziaria i due titolari per i più ben gravi reati di violazione di sigilli e sottrazione di cose sottoposte a sequestro e reiterare la denuncia per il cattivo stato dei prodotti che al momento erano presenti nell’attività di produzione di alimenti.

Nella circostanza sono stati sequestrati oltre 1.400 kg. di prodotti caseari ed 800 litri di latte, per un valore complessivo di oltre 20 mila euro.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: