Floridia, sequestrate mascherine vendute con rincari fino al 900%

I carabinieri di Floridia, su ordine della Procura di Siracusa, hanno sequestrato più di cento mascherine modello FFP1 all’interno di un locale negozio di ferramenta.

La denuncia è scattata da un cittadino che, intenzionato ad acquistare una mascherina, l’ha pagata a un prezzo dieci volte superiore a quello di mercato.

Denunciati i titolari del negozio per il reato di manovre speculative su merci, punito con pene variabili da 6 mesi a 3 anni di reclusione.

I carabinieri, per evitare ulteriori speculazioni, hanno sequestrato tutti i dispositivi con o senza valvola venduti rispettivamente a 30 e 10 euro.

Il prezzo di mercato del commerciante era di 4,92 e 0,90 euro con rincari quindi tra il 500% e il 900%.

I Carabinieri, su incarico dell’Autorità Giudiziaria, stanno valutando come reimpiegare queste mascherine, che saranno donate a chi tutti i giorni combatte la guerra contro l’epidemia.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: