Fisascat Cisl, no a lettere di contestazione contro dipendenti Csp

Il segretario generale della Fisascat Cisl Ragusa Siracusa, Teresa Pintacorona, dice no all’invio di lettere di contestazione disciplinare a 5 dipendenti di Csp.

Al personale addetto al servizio di pulizia all’interno del centro commerciale Conforama di Melilli si contesta di aver scioperato.

“Inaccettabile comportamento – dice Pintacorona – un’azione che condanniamo e che contesteremo in tutte le sedi necessarie”.

“La Csp – aggiunge – mette in discussione il diritto allo sciopero e, tra l’altro, accusa le lavoratrici di aver ostacolato l’ingresso di altri dipendenti all’interno della struttura”.

Secondo la sindacalista “motivazioni risibili e che denotano un atteggiamento vessatorio e intimidatorio”.

Non giova, inoltre, – continua la segretaria della Fisascat – il comportamento di Conforama” che si sarebbe rifiutata di fornire i dati dei capitolati di appalto con la Csp.

Per la Fisascat, infatti, la società cooperativa avrebbe ridotto ridurre l’orario di lavoro, e dunque le spettanze, del 20 per cento.

Una risposta che non ci soddisfa – ha concluso Pintacorona – e che non rende merito a Conforama. In questa vicenda avremmo sperato in un atteggiamento diverso e che tutelasse le lavoratrici”.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: