Fino a 600 euro alle mamme lavoratrici. Le domande entro il 31 dicembre di ciascun anno.

Fissati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali i criteri per attribuire il contributo riconosciuto al termine del periodo di congedo di maternità e negli undici mesi successivi, alla mamma lavoratrice, dipendente di amministrazioni pubbliche, di privati datori di lavoro, nonché la madre lavoratrice iscritta alla gestione separata. Il contributo – di importo non superiore a 600 euro mensili, per un periodo complessivo non superiore a sei mesi- può essere richiesto in luogo del congedo parentale. La richiesta deve essere inoltrata per via telematica e per gli anni 2014 e 2015 può essere presentata entro il 31 dicembre di ciascun anno.

Gabriele Battaglia

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: